Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

Nuove tasse comunali, protestano gli universitari: "Aumenti per i fuori sede"

Il collettivo Link chiede un incontro al sindaco Decaro per discutere delle percentuali di Tasi e Tari destinate agli studenti-inquilini. L'esborso stimato annuale potrebbe aggirarsi tra i 300 e i 450 euro

"Convocare un tavolo tecnico per discutere sulle percentuali previste per Tari e Tasi a carico degli inquilini-studenti, che dovrebbero essere deliberate dai comuni entro il 10 settembre", scongiurando così possibili rincari che si aggirerebbero dai 300 ai 450 euro a carico degli universitari. Il collettivo Link chiede al sindaco di Bari, Antonio Decaro, un confronto dopo l'approvazione delle nuove aliquote comunali su rifiuti e servizi urbani indivisibili.

"La novità di questi tributi - spiega Maria Giorgia Vulcano, responsabile Abitare LInk Bari-  è che non graveranno sulla proprietà ma sul possesso dell'immobile, quindi sugli inquilini, costituendo una ulteriore spesa per gli studenti fuori sede. Tasse in aumento disincentivano gli studenti a vivere l’Università e la città di Bari che necessiterebbe della vivacità non solo culturale ma anche del dinamismo determinato dai numerosi giovani che la popolano. Pensiamo che ragionare di Welfare studentesco, significa occuparsi anche del diritto all'abitare". Il collettivo, in collaborazione con Sunia, 'Unione tutela degli inquilini Bari e Adisu Puglia, ha anche lanciato la campagna "Fuori dal nero. Contratti di locazione regolari per studenti. Perché conviene?" sull'emersione degli affitti irregolari.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuove tasse comunali, protestano gli universitari: "Aumenti per i fuori sede"

BariToday è in caricamento