Cronaca Murat / Corso Cavour

Margherita e Mercato del pesce al Comune. Franceschini: "Bari può crescere"

Siglata la 'permuta' dei due beni (allo Stato andrà la cittadella della Cultura) tra Comune, Mibac, Demanio e Regione. Pronti 10 milioni per il restauro dei due beni. Tour del ministro nel 'Miglio dei teatri'. Gianrico Carofiglio sarà il prossimo presidente della Fondazione Petruzzelli

Tre intese in un giorno per far decollare la cultura a Bari: la permuta tra Demanio e Comune che consegna alla città, in cambio della Cittadella della Cultura, il teatro Margherita ed ex Mercato del pesce; l'accordo sempre tra Comune, Ministero dei Beni Culturali e Regione per gli ultimi lavori nell'ex teatro e il recupero dell'edificio di piazza del Ferrarese finanziati con complessivi 10 milioni di euro e la nomina, praticamente certa, di Gianrico Carofiglio alla presidenza della Fondazione Petruzzelli. Il pomeriggio barese del ministro Dario Franceschini, riporta al centro il binomio turismo-cultura come volàno di sviluppo del territorio, guardando a Matera Capitale Europea 2019 per fissare obiettivi, strategie e collaborazioni con al centro anche il capoluogo pugliese

Dopo una breve visita alla Cattedrale, dove ha incontrato l'arcivescovo Cacucci, il ministro è arrivato nella Sala Massari del Comune, dove, assieme al governatore Vendola, al sindaco Decaro e al direttore dell'Agenzia del Demanio, Roberto Reggi, ha firmato lo 'scambio' integrato dall'altra intesa che consente l'utilizzo dei fondi di coesione e sviluppo dell'accordo di programma quadro per i beni culturali riguardanti il Patto per Bari stipulato nel 2013 tra Regione e Comune, danaro europeo già disponibile, in modo da accelerare il completamento dell'ultima tranche del teatro e la riqualificazione del mercato a formare un polo culturale nevralgico nel centro della città. 

"Se pensiamo infatti - spiega il sindaco Decaro -  di consacrare la sala Murat all’arte contemporanea, crediamo invece che il Margherita si presti naturalmente ad essere uno spazio polifunzionale capace di accogliere, all’occorrenza, installazioni multimediali e fisiche, vernissage, performance, eventi musicali e teatrali, mentre l’ex Mercato del pesce sarà dedicato a mostre temporanee e permanenti coerenti con la programmazione complessiva dei tre spazi". Un polo ad affiancare l'ambizioso progetto del 'Miglio dei teatri' ovvero Piccinni, Petruzzelli e Kursaal, rispettivamente case della prosa, della classica e della musica contemporanea.

Nell'intesa, rientra anche la cessione gratuita, al Comune, di altri 17 beni appartenenti al Demanio, tra cui la Pineta di San Francesco, alcune aree sul Lungomare e nelle vicinanze dello Stadio della Vittoria: "Bari ha potenzialità enormi - ha dichiarato Franceschini - per la sua collocazione geografica con un Mediterraneo che, seppur in modo turbolento sta cambiando, rendendo il Sud non più una periferia d'Europa, ma la sua principale porta d'accesso. La storia e la cultura di Bari possono farla crescere moltissimo come vuole fare il sindaco investendo in cultura e turismo".

Il ministro, accompagnato da Vendola e Decaro, ha poi percorso i cantieri del teatro Piccinni, il cui completamento è previsto nel 2016, quindi si è spostato al teatro Petruzzelli dove ha salutato il Cda della Fondazione, assistendo alla video-ricostruzione artistica e in musica degli affreschi della cupola andati perduti nell'incendio del 1991 e incontrando anche colui che, dopo l'annuncio ufficiale, sarà a capo dell'Ente, lo scrittore barese Gianrico Carofiglio. Successivamente, ha compiuto a piedi il breve tratto verso Mercato del pesce e il Margherita visitandone quindi gli interni: "Bari è all’avanguardia - ha affermato il presidente della Regione Puglia Nichi Vendola a margine dell'accordo -. Oggi tagliamo due nastri importanti perché riguardano l’anima del centro storico. Lavoriamo insieme perché Bari possa diventare quello che si merita di essere, e cioè  la capitale del Mediterraneo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Margherita e Mercato del pesce al Comune. Franceschini: "Bari può crescere"

BariToday è in caricamento