rotate-mobile
Cronaca

Teatro Margherita, parte il cantiere: "Sarà una piazza dell'arte sul mare"

Lavori di recupero al via. Il sindaco Decaro: "Con l'ex Mercato del Pesce e lo Spazio Murat parte del futuro Polo delle Arti Contemporanee. Uno spazio che i cittadini potranno vivere ogni giorno"

Il Teatro Margherita pronto a rinascere a nuova vita. Ha preso il via questa mattina, con la presentazione del progetto esecutivo, il cantiere per il recupero della struttura.

Alla presentazione hanno partecipato, tra gli altri, il sindaco di Bari Antonio Decaro, l’assessore regionale alla Cultura Loredana Capone, il soprintendente Archeologia, Belle arti e Paesaggio per la Città metropolitana di Bari Luigi La Rocca, l’archittetto Francesco Longobardi del Segretariato regionale del MIBACT per la Puglia ed Emilia Pellegrino, rappresentante della Soprintendenza Archeologia, Belle arti e Paesaggio per la Città metropolitana di Bari, e Michele Beccu, in rappresentanza del gruppo di progettazione ABDR, cui è stato affidato il progetto esecutivo dall’impresa Rossi Restauri.

IL PROGETTO - Il Teatro di Corso Vittorio Emanuele si comporrà di quattro grandi spazi: un ampio foyer al piano terra, uno spazio 10-10-16 foto margherita1-2espositivo per le mostre al piano superiore, un ristorante stellato con cucina a vista al piano ammezzato, una zona spettacoli per installazioni artistiche ed eventi. Un contenitore culturale che la Puglia ambisce a trasformare in punto di riferimento per l’arte contemporanea regionale, nazionale e internazionale. A pochi metri di distanza il Mercato del pesce coniugherà cibo, arte e relax con un piano terra adibito a tempio dello street food con mercatini enogastronomici sul modello della boqueria spagnola e con prodotti a chilometro zero. La durata prevista dei lavori è di 480 giorni.

DECARO: "UNA PIAZZA D'ARTE SUL MARE DA VIVERE OGNI GIORNO" - "Nel tempo abbiamo elaborato una strategia e individuato in questo posto, nell’ex Mercato del Pesce e nello Spazio Murat, che abbiamo reso già operativo, il futuro Polo delle Arti Contemporanee - ha affermato il sindaco Decaro - Oggi inauguriamo il cantiere dei lavori del Teatro Margherita che deve diventare una piazza dell’arte sul mare, uno spazio pubblico aperto a tutti i cittadini, da vivere ogni giorno, perché siamo convinti che i luoghi della cultura e dell’arte non debbano essere luoghi freddi e aulici, che incutono soggezione, ma spazi in cui si possa vivere la quotidianità e godere della bellezza, proprio come avviene in una piazza. Nel rinnovato Margherita si potrà assistere a mostre, concerti, performance ed esposizioni ma si potrà anche incontrarsi per socializzare, magari davanti ad un caffè, come accade negli spazi dedicati alle arti delle grandi città d’Europa e del mondo. Era il 23 febbraio del 2015 quando le stesse persone che sono qui con me oggi,  hanno firmato un accordo di programma per la valorizzazione del Margherita: sono passati 19 mesi, 570 giorni, e il Ministero, la Regione e il Comune di Bari sono nuovamente qui a dimostrare che le cose, se si è determinati a farle, si possono fare, perché nel frattempo la proprietà è stata trasferita al Comune e sono stati risolti tutti i nodi di una procedura oggettivamente complessa".

CAPONE: "IL MARGHERITA 'SCENA NUOVA' PER LA CULTURA CONTEMPONERANEA" - "L'obiettivo è farne un contenitore di cultura contemporanea, di aggregazione, dove le persone vanno per visitare una mostra, partecipare a uno spettacolo ma anche per prendere semplicemente un caffè, mangiare qualcosa e vivere la bellezza del fare comunità di fronte all'arte - ha detto l'assessore all'Industria turistica e culturale della Regione Puglia Loredana Capone - Ci auguriamo uno spazio flessibile, insomma, come i più moderni spazi culturali del mondo. Il teatro Margherita come una 'scena nuova'. D'altra parte basta entrarci per accorgersi che è uno spettacolo sul mare e, al contempo, un bene culturale e un attrattore turistico. Bisogna uscire dalla concezione che i beni culturali si conservano nella 'naftalina' perché si conservano meglio in realtà se vengono usati, se i cittadini li avvertono come propri e sono orgogliosi di averli e di mostrargli agli altri".

10-10-16 prospetto nuovo teatro margherita-2

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Teatro Margherita, parte il cantiere: "Sarà una piazza dell'arte sul mare"

BariToday è in caricamento