menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cellulare in auto e guida ad alta velocità: telelaser e posti di blocco, i vigili rafforzano i controlli

Dalla prossima settimana stretta della Polizia Municipale in varie zone della città. Più della metà degli incidenti stradali è provocata dall'uso sconsiderato dello smartphone. Da gennaio, in città, oltre 2300 sinistri

Stretta su automobilisti con il cellulare alla guida e sanzioni per chi non rispetta i limiti di velocità: da lunedì la Polizia Municipale effettuerà più controlli con posti di blocco e telelaser per smascherare i conducenti indisciplinati, in modo prevenire distrazioni e ridurre il rischoi di incidenti stradali. In base ai dati rilevati in città, più della metà dei sinistri è da ricondurre all'uso scorretto del cellulare mentre si guida. I dispositivi della Polizia Municipale potranno rilevare fino a 1,2 km di distanza ciò che accade all'interno dell'abitacolo, registrando orari e velocità delle vetture in transito e verificando le azioni compiute. 

Oltre 2300 incidenti da gennaio: sei vittime e più di 1600 feriti

In base ai numeri rilevati da inizio anno, in città si sono verificati 2323 incidenti con 6461 persone coinvolte: 6 le vittime e 1614 i feriti, di cui 30 ricoverati in prognosi riservata. Sono invece 862 i verbali elevati dall'inizio dell'anno con riferimento proprio all'utilizzo del cellulare alla guida: 57 multe ad agosto, 102 a settembre e 68 nel mese di ottobre. Grave anche il problema del mancato utilizzo delle cinture di sicurezza, con 3759 multe effettuate dai vigili.

Il comandante Marzulli: "Numeri spaventosi"

“Sono numeri spaventosi - afferma il comandante della Polizia Municipale di Bari, Nicola Marzulli - di fronte ai quali dobbiamo intensificare gli sforzi sia in termini di controllo sia di sensibilizzazione per un nuovo approccio ai temi della sicurezza stradale. Non è possibile rischiare la vita propria e degli altri, anche durante dei semplici spostamenti con l’auto in città, per rispondere a una telefonata o a un messaggio in chat. Ricordarlo può apparire banale ma a giudicare dai numeri non lo è affatto. Il nostro obiettivo resta quello di tutelare la sicurezza dei cittadini, che spesso non si rendono conto dei danni che possono procurare a se stessi e ad altre persone del tutto incolpevoli. Abbiamo al nostro fianco, impegnati per le stesse finalità, i volontari di varie associazioni e fondazioni con le quali siamo al lavoro per promuovere una campagna di sensibilizzazione capace di arrivare a tutti, soprattutto ai più giovani, e di determinare una nuova consapevolezza sui rischi legati a comportamenti e atteggiamenti scorretti alla guida”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento