rotate-mobile
Cronaca

Telelaser, 270 multe in quindici giorni. Dal Comune un bando per progetti sulla sicurezza stradale

Controlli serrati della Polizia municipale sulle strade cittadine. Da Palazzo di città un bando per finanziare un progetto di sensibilizzazione sui comportamenti corretti alla guida. Il sindaco Decaro: "Le sanzioni non bastano, occorre costruire una cultura della vita"

Alla guida senza cintura o senza casco, con uno smartphone in mano, o senza rispettare i limiti di velocità. Baresi troppo indisciplinati alla guida? Pare proprio di sì, stando all'elevato numero di multe fatte dalla Polizia municipale negli ultimi quindici giorni di controlli effettuati con l'ausilio del telelaser: 270.

Il dispositivo consente di rilevare fino a una distanza di 1200 metri le eventuali violazioni dei limiti di velocità, ma anche di accertare se il conducente stia utilizzando il telefonino o sia privo delle cinture di sicurezza. I nuovi controlli con il telelaser, posizionato di volta in volta nei punti più 'sensibili' e trafficati della città, a cominciare dal lungomare, sono scattati in seguito alla lunga serie di incidenti, anche mortali, che si sono verificati nelle scorse settimane sulle strade cittadine.

Il Comune, tuttavia, non intende fermarsi alle sanzioni, ma pensa anche a nuove iniziative di comunicazione per promuovere la sicurezza stradale. Palazzo di Città ha infatti lanciato un avviso pubblico, rivolto a soggetti, enti o associazioni no profit o di promozione sociale per la realizzazione di uno o più progetti di sensibilizzazione. Il progetto selezionato tramite l'avviso sarà finanziato con un contributo di 28mila euro.

Intanto in questi mesi - ricordano da Palazzo di Città - "l’amministrazione comunale ha messo campo tutte le competenze delle strutture comunali competenti in materia di sicurezza stradale, realizzando opere infrastrutturali e servizi dedicati alla sicurezza delle strade, rinforzando i dispositivi di repressione e di prevenzione del fenomeno dell’incidentalistica stradale, basandosi sui risultati di tutte le ricerche svolte in quest’ambito che dimostrano inoltre come, specie nella fascia giovanile, i comportamenti errati derivino non solo dalla semplice mancata conoscenza delle norme di sicurezza, ma da una scarsa sensibilità culturale rispetto ai valori fondamentali di riferimento e le attitudini sociali più diffuse".

"Siamo fermamente convinti che la sicurezza stradale sia una partita che non si possa giocare solo sul fronte della manutenzione e della repressione, seppur entrambe le azioni siamo molto importanti – spiega il sindaco Decaro-. Vogliamo insegnare, soprattutto ai più giovani, come abbiamo fatto qualche anno fa con la campagna sull’importanza di utilizzare il casco giusto, che leggere un sms sul cellulare o dimenticare di allacciarsi la cintura può essere fatale per loro. Per questo siamo convinti che la sanzione da sola non basti e che, con l’aiuto delle associazioni o dei soggetti che hanno esperienza in questo settore e con il mondo giovanile, possiamo attivare un percorso, per coniugare la prevenzione dei comportamenti errati, alla guida di veicoli, e la diffusione della partecipazione e della responsabilità personale e collettiva nei confronti degli altri".

"La sicurezza stradale è a mio personale avviso un diritto che i cittadini devono pretendere ma allo stesso tempo un dovere a cui dobbiamo assolvere per noi stessi e per gli altri – osserva il comandante della PM Nicola Marzulli -. Le campagne di sensibilizzazione devono, dunque, aumentare in ciascun giovane e soprattutto in ciascun conducente, l’autoconsapevolezza che la guida “insana”, cioè quella priva di regole e di rispetto del prossimo, comporta conseguenze alle volte anche fatali. La Polizia Municipale è presente ogni giorno sulle strade cittadine per assicurare il rispetto delle regole (sono state oltre 270 le contestazioni elevate con il nuovo sistema telelaser in dotazione al Corpo da circa quindici giorni), ma è giusto che le istituzioni e gli enti coinvolti nel processo educativo svolgano il loro ruolo affinché il numero delle vittime da incidente stradale diminuisca o che, come noi speriamo, si azzeri del tutto".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Telelaser, 270 multe in quindici giorni. Dal Comune un bando per progetti sulla sicurezza stradale

BariToday è in caricamento