Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

Sfratto coniugi Tempesta, dal Comune una possibile soluzione

Per la prima volta dal 30 giugno scorso, data dell'ultimo sfratto esecutivo poi prorogato, pare esserci una soluzione concreta: secondo gli uffici della Ripartizione Patrimonio del Comune ci sarebbero appartamenti disponibili

I coniugi Tempesta

A distanza di circa due mesi dalla data, poi prorogata, dell'ultimo sgombero e a circa quattro settimane dalla scadenza della proroga datata 28 settembre per lo sfratto esecutivo dei coniugi Tempesta, entrambi disabili, si aprono spiragli per una risoluzione definitiva: a darci ragguagli sulla situazione relativa alla coppia disabile è Donato Cippone, presidente dell'associazione di promozione sociale "Una Puglia migliore" che da vicino segue l'emergenza abitativa non solo dei coniugi Tempesta, ma anche di tante altre persone che vivono in condizioni preoccupanti. Presente ieri al picchetto di protesta allestito dall'Unione Inquilini Bari davanti al teatro Piccinni, Cippone ci spiega: "Domani avremo un confronto con il Capo di Gabinetto della Prefettura e con l'Assessore Palmiotti per vederci meglio visto che ieri sono emerse questioni nuove. Per la prima volta, il capo della Ripartizione del Patrimonio, il dottor Ravallese, ha affermato che ci sono gli appartamenti. Inoltre, Ravallese ci ha detto che se il Prefetto avesse fatto un sollecito al Comune con i motivi dell'urgenza, in una settimana avrebbe trovato l'appartamento e lo avrebbe reso idoneo per i coniugi Tempesta. E' una cosa che ci fa ben sperare perchè significa che le strutture abitative ci sono. Abbiamo chiesto - continua Cippone - che ci siano anche Giannini e Abbaticchio all'incontro (assessori con deleghe alle politiche abitative e al welfare n.d.r.) perchè non vogliamo che inizi il ping pong fra Prefettura e Comune di Bari".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sfratto coniugi Tempesta, dal Comune una possibile soluzione

BariToday è in caricamento