Cronaca Carbonara

Tenta la fuga sul tetto per sfuggire all'arresto, bloccato dalla polizia: in carcere 36enne

E' accaduto a Carbonara: i poliziotti si erano presentati nell'abitazione per eseguire un provvedimento per maltrattamenti in famiglia. L'uomo, con la complicità della compagna (tra l'altro stessa vittima delle violenza) ha cercato di scappare dal terrazzo

Ha cercato di sottrarsi all'arresto con una rocambolesca fuga sul tetto della sua abitazione. L'uomo, però, è stato ugualmente raggiunto e bloccato dagli agenti delle Volanti, e condotto in carcere.

E' accaduto a Carbonara: i poliziotti si erano presentati nell'abitazione per eseguire il provvedimento a carico dell'uomo, cittadino algerino di 36 anni, con l'accusa di maltrattamenti in famiglia.

Già nella serata di mercoledì scorso, i poliziotti avevano tentato invano di rintracciarlo nella stessa abitazione al fine di condurlo in carcere e dare seguito al provvedimento restrittivo, ma questi si era reso irreperibile, anche grazie alla collaborazione della sua convivente. Ieri, dopo un’intensa attività di controllo, gli agenti lo hanno sorpreso nell’appartamento e, al loro arrivo, il 36enne si è immediatamente dato ad una precipitosa fuga sui tetti dell’immobile. Il fuggitivo è stato inseguito dai poliziotti che lo hanno bloccato e arrestato.

Nel frangente, la vittima dei maltrattamenti, sua compagna e convivente, una 38enne italiana, è stata deferita all’Autorità Giudiziaria per favoreggiamento personale, per aver contribuito operosamente alla fuga del 36enne, nonostante fosse a conoscenza ed anche parte interessata come vittima del provvedimento di custodia cautelare che gravava sul suo compagno. Il 36enne è stato quindi condotto in carcere.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tenta la fuga sul tetto per sfuggire all'arresto, bloccato dalla polizia: in carcere 36enne

BariToday è in caricamento