Cronaca

Aggressione sul treno Lecce-Bari: giovane ferito con un coltello per un telefonino

A bloccare l'aggressore, un 41enne barese, un poliziotto libero dal servizio. L'episodio martedì pomeriggio sul treno regionale Lecce-Bari

Avrebbe avvicinato la sua vittima, un giovane che viaggiava in treno, con la scusa di dover fare una telefonata. Avrebbe quindi chiesto al ragazzo di consegnarli il telefono, ma quando il giovane si è rifiutato è scattata l'aggressione. Ha estratto un coltello e gli si è scagliato contro, ferendolo al collo, fortunatamente in maniera lieve, quindi di è allontanato. E' accaduto martedì pomeriggio, intorno alle 18, sul treno regionale Lecce-Bari.

La ferita della vittima è stata notata da un poliziotto, appena salito sul treno e diretto a Bari per prendere servizio. L'agente ha quindi chiesto spiegazioni al ragazzo, il quale gli ha raccontato come poco prima fosse stato aggredito da un uomo, probabilmente ubriaco, che aveva cercato di sottrargli il cellulare. Grazie alle indicazioni fornite dalla vittima, il poliziotto è riuscito a rintracciare l'aggressore, che si trovava ancora a bordo del convoglio.

All’arrivo del treno nella stazione di Bari Centrale, unitamente al personale della Polfer, l’uomo è stato tratto in arresto ed accompagnato presso i locali uffici di Polizia e, dopo le formalità di rito, è stato condotto presso la propria abitazione, sottoposto alla misura degli arresti domiciliari, a disposizione dell’A.G. procedente. Dovrà rispondere di tentata rapina, lesioni personali e porto abusivo di strumenti atti ad offendere.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggressione sul treno Lecce-Bari: giovane ferito con un coltello per un telefonino

BariToday è in caricamento