"5000 euro per il clan di San Pio": tentano estorsione a lido di Palese, arrestati

In manette tre pregiudicati baresi di 34, 27 e 17 anni: avrebbero tentato di estorcere denaro al gestore della struttura balneare, proponendogli un pagamento "anche a rate"

"Cinquemila euro per il clan di San Pio". Si sarebbero presentati in un lido di Palese avanzando questa richiesta estorsiva al titolare, offrendogli anche la possibilità di un "pagamento a rate".

Ad essere arrestati dai carabinieri, con l'accusa di tentata estorsione in concorso, aggravata dal metodo mafioso, tre pregiudicati baresi: il 34enne Luca Pisani, il 27enne Nicola Ciaramitaro e un 17enne.

I fatti risalgono al 18 giugno scorso. Secondo quanto ricostruito dai carabinieri, quel pomeriggio il 34enne e il minorenne si sarebbero presentati nella struttura balneare, chiedendo del proprietario e avanzando la richiesta di 5mila euro "per il clan di San Pio". Il gestore del lido, spiazzato e allibito dalla richiesta, avrebbe preso tempo dicendo che il proprietario in quel momento era assente. Un paio d'ore più tardi gli estorsori sarebbero tornati: con loro c'era anche il 27enne. Dopo aver fatto un sopralluogo nel lido, avrebbero ripetuto la richiesta. Alle rimostranze del titolare, che cercava di spiegare l’assenza di guadagni ad inizio stagione, i tre, dopo aver polemicamente evidenziato che anche tutti gli altri lidi avevano tirato fuori la stessa scusa, avrebbero proposto un pagamento a rate, e si sarebbero quindi allontanati dicendo che sarebbero ripassati a breve per incassare.

VIDEO: IL 'SOPRALLUOGO' DEGLI ESTORSORI NEL LIDO

Tuttavia, gli strani movimenti dei tre non erano sfuggiti ai carabinieri, che li tenevano d'occhio già da qualche giorno. Così, i militari si sono presentati nella struttura balneare che aveva ricevuto la 'visita' dei tre estorsori: di fronte a precise contestazioni, le vittime hanno confermato la richiesta estorsiva, permettendo così l'avvio dell'indagine e i successivi arresti. Le indagini vanno avanti per accertare eventuali altri episodi ai danni di altre strutture balneari della zona.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nonnina fortunata a Bari: 90enne si aggiudica 200mila euro al Gratta e Vinci

  • Coronavirus, caso sospetto a Bari: accertamenti su paziente ricoverata al Policlinico, rientrava dalla Cina

  • Ludovica volata via a soli 18 anni, il Ministero le concede il diploma alla memoria: "Una borsa di studio in suo onore"

  • La dea bendata bacia anche Rutigliano: sbancato il gratta e vinci, fortunato si aggiudica 2 milioni di euro

  • "Da qui non esci vivo", imprenditore vittima d'estorsione legato e minacciato per una denuncia: arrestato 'U can'

  • Auto in sosta 'impacchettata' con la carta regalo: "Hai capito che qui non devi parcheggiare?"

Torna su
BariToday è in caricamento