rotate-mobile
Cronaca Madonnella / Piazza Nicola Balenzano

Pugni a un senzatetto, poi lo insegue per accoltellarlo a Madonnella: arrestato 76enne per tentato omicidio

L'episodio è avvenuto nella mattinata dell'11 luglio in piazza Balenzano. L'uomo è stato fermato dalla polizia il giorno successivo. 'Colpa' della vittima, aver difeso una donna dalle avance dell'aggressore

È un 76enne, con precedenti, il presunto responsabile del tentato omicidio di un senzatetto, aggredito nella mattinata di lunedì 11 luglio a Madonnella. Il fermo dell'indiziato è avvenuto martedì 12 luglio da parte degli agenti della Squadra mobile, di cui è stata data oggi notizia. Il 12 luglio scorso, gli agenti della Squadra Mobile della Questura di Bari hanno eseguito, d'iniziativa, un fermo di indiziato di delitto nei confronti di L.A., pregiudicato di 76 anni, ritenuto responsabile del tentato omicidio di un quarantasettenne senza fissa dimora, avvenuto la mattina precedente in piazza Balenzano, nel quartiere Madonnella. 

Secondo la ricostruzoine degli inquirenti, l'aggressore, per futili motivi, avrebbe aggredito la vittima intorno alle 11, colpendolo con un violento fendente nella zona sottoscapolare destra, che intaccava anche organi vitali. Ricevuto il primo colpo, il senzatetto ha tentato di fuggire, ed è stato poi inseguito dall’aggressore che, brandendo il coltello insanguinato, tentava di raggiungerlo, per finirlo. Tutto accadeva alla presenza di numerose persone, a pochi metri dall’autosilo e dalla sede di un'associazione, che proprio lì, offre un presidio fisso di supporto ai senza fissa dimora della città.

Proprio la presenza sul luogo di numerose persone induceva, ad un certo punto, l’aggressore a desistere e ad allontanarsi e, come se nulla fosse accaduto, a recarsi alla spiaggia di “Pane e pomodoro”, per qualche ora di relax. Al termine dell'agguato, l'uomo veniva trasportato d'urgenza al Policlinico di Bari, dove veniva operato, sedato, e ricoverato in prognosi riservata presso il Reparto di Rianimazione.

Tra vittima ed aggressore si erano registrati, negli ultimi tempi, alcuni litigi, determinati dall’ossessione dell’accoltellatore per una donna, senza fissa dimora, che avendo rifiutato le sue avances, era stata aggredita; a difesa della malcapitata, era intervenuto l'odierna vittima che affrontava, qualche giorno fa, il 76enne, che, per risposta, la mattina dell’11 luglio, lavava l’offesa subìta, colpendo con premeditazione ed intento omicida la vittima, con un grosso coltello. Subito dopo i fatti, nell'immediatezza, gli agenti della sezione "Omicidi" della Squadra Mobile hanno proceduto all'escussione di numerosi testimoni e a recuperare le immagini di sistemi di video sorveglianza presenti in loco, che confermavano i dettagli dell'aggressione, consentendo di acquisire, a carico dell’indiziato, elementi inconfutabili posti a fondamento del Fermo di p.g. Il fermo d’indiziato di delitto nei confronti del 76enne non è stato convalidato dal Giudice per le Indagini Preliminari il quale, per altro, ne ha disposto la custodia cautelare in carcere, come richiesto dalla Procura della Repubblica di Bari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pugni a un senzatetto, poi lo insegue per accoltellarlo a Madonnella: arrestato 76enne per tentato omicidio

BariToday è in caricamento