Cronaca

Test di ingresso a Medicina, in 200 rinunciano alle prove

Ieri la prova al Politecnico: su 3.162 candidati iscritti, se ne sono presentati 2.966. Oggi i test per l'accesso al corso di laurea in Medicina in lingua inglese, novità introdotta quest'anno

Folla di studenti, lunghe file per i controlli al metal detector, genitori agitati in attesa. Una scena che, come ogni anno, si è ripetuta anche ieri al Politecnico per il primo giorno delle prove di ammissione ai corsi di laurea a numero chiuso.

Ieri è toccato alle aspiranti matricole di Medicina e Odontoiatria: circa tremila candidati per 300 posti in Medicina e 22 in Odontoiatria. Anche se non tutti, però, si sono presentati. Forse presi da un ripensamento dell'ultimo minuto, in 200 hanno deciso infatti di non partecipare alle prove. E così, su 3.162 candidati che si erano prenotati per i test, solo 2.966 hanno sostenuto effettivamente i quiz. Test difficili ma comunque 'abbordabili' secondo i ragazzi, molti dei quali hanno però lamentato un'eccessiva presenza di quesiti di logica.

Come è ormai consuetine da qualche anno, rigidi sono stati i controlli e le misure di sicurezza. Prima di entrare nelle aule, i ragazzi hanno superato i controlli al metal detector, dopo aver chiuso in una busta tutti gli effetti personali. Vietate anche le penne, che sono state fornite direttamente dalle commissioni d'esame. Oggi sarà la volta dei candidati  per il corso di laurea in lingua inglese a Medicina, novità introdotta quest'anno nell'offerta formativa.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Test di ingresso a Medicina, in 200 rinunciano alle prove

BariToday è in caricamento