Martedì, 27 Luglio 2021
Cronaca

Università: al via i test di ingresso, prove blindate per Medicina

Controlli e rigide misure di sicurezza al Politecnico per il primo giorno di prove di ammissione ai corsi di laurea a numero chiuso. Si comincia con i 3162 candidati di Medicina e Odontoiatria

3162 candidati per 322 posti disponibili per i corsi di laurea in Medicina e Odontoiatria. Prendono il via anche a Bari le prove di ammissione per i corsi a numero programmato, e si comincia questa mattina proprio con gli aspiranti camici bianchi. Nel pomeriggio sarà invece il turno dei candidati di Ingegneria, mentre le prove si concluderanno il 17 settembre con Scienze della Formazione.

CONTROLLI E MISURE DI SICUREZZA SPECIALI - Come ogni anno, i test si svolgeranno al Politecnico, dove sono state predisposte le ormai consuete misure di sicurezza per evitare truffe e irregolarità, come quelle verificatesi in passato proprio a Bari o più di recente a Foggia, Napoli e Verona. Suddivisi in 25 aule, prima di accedere ai locali i candidati dovranno passare dal metal detector, e non potranno portare con sè borse, libri, telefonini e neppure le penne, che saranno fornite dalle stesse commissioni di esame. I controlli saranno garantiti di una massiccia presenza del personale universitario, che sorveglierà le aule durante lo svolgimento dei test. I locali in cui terranno le prove, inoltre, saranno schermate per impedire l'uso di cellulari e altri apparecchi elettronici.

LA POLEMICA SUI TEST: "VERGOGNOSA LOTTERIA" - La selezione affidata ai test, però, non convince tutti. A criticare questo metodo sono, ad esempio, gli studenti di Link, che in una nota definiscono i test di ingresso una "vergognosa lotteria", "troppo spesso negli ultimi anni pieni di errori e diventati solamente un business economico". "Riteniamo - scrivono ancora gli studenti - che sia inaccettabile continuare con questo strumento di selezione, criticato da tutti gli esperti, le cui domande spesso hanno un dubbio profilo scientifico oppure prevedono la conoscenza di temi che dovrebbero essere affrontati proprio durante il percorso universitario".  "Negli ultimi anni sono purtroppo aumentati i corsi a numero chiuso, questo processo è avvenuto a causa di precise scelte politiche che hanno tagliato i fondi all'università e che hanno stretto i criteri per l'apertura dei corsi di laurea. Alla base di queste scelte vi è solamente la volontà di differenziare le università e di costruire degli atenei d'elitè. Noi invece crediamo sia necessario aprire le porte dell'università per ripubblicizzare completamente il mondo della formazione". Gli studenti di Link annunciano che oggi saranno presenti al Politecnico per vigilare sulla regolarità delle prove e per distribuire volantini contro il numero chiuso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Università: al via i test di ingresso, prove blindate per Medicina

BariToday è in caricamento