menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il muro simbolico costruito dagli studenti di Link

Il muro simbolico costruito dagli studenti di Link

Università, al via i test di ingresso. Link contro il numero chiuso: "Barriera da abbattere"

Quasi quattromila le aspiranti matricole che si sono presentate alle prove per i corsi di laurea in Professioni sanitarie. Nelle sedi dei test la protesta del sindacato studentesco, che ha eretto un simbolico muro di cartone, chiedendo ai candidati di buttarlo giù

Gli iscritti erano 4.512, si sono presentati in 3.963, per 934 posti disponibili per i corsi di laurea in Professioni sanitarie. Hanno preso il via questa mattina i test di ingresso ai corsi di laurea a numero chiuso dell'Università di Bari.

Il maggior numero di candidati ha presentato domanda per Infermieristica: 1.456 i partecipanti ai test, per 550 posti disponibili. Ambito anche il corso di Fisioterapia: 1.386 le richieste, ma per soli 120 posti.

Le prove si sono svolte nelle aule dell'Ateneo, e in quelle messe a disposizione nel Policlinico, nel Campus universitario e nei dipartimenti di Economia e Scienze politiche.

Presenti nelle sedi di svolgimento dei test i ragazzi del comitato studentesco Link, che come ogni anno hanno dato vita ad un'azione simbolica per protestare contro il numero chiuso nell'accesso ai corsi universitari. Gli studenti hanno costruito muri di cartone per rappresentare la 'barriera' dei test di ingresso, chiedendo poi ai candidati di abbatterli.

"Ogni anno migliaia di ragazzi sono costretti ad affrontare questa lotteria in cui il proprio futuro viene scelto con un test a crocette di due ore - spiega Luca Ieva, coordinatore di Link Bari - ignorando il fatto che siamo tra gli ultimi in Europa per percentuale di giovani laureati sul totale e che, in campi come quello medico, a breve affronteremo una grossa carenza di personale. Sono necessari subito grossi investimenti sulla formazione universitaria, che permettano di assumere nuovi docenti e costruire nuove strutture per soddisfare la richiesta di istruzione e conoscenza che ci chiede la società del futuro."

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento