Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

Test 'irregolari' a Medicina, l'Udu: "Risposte e verifiche dettagliate"

Il portavoce dell'Unione degli Studenti, Gianluca Scuccimarra, interviene sul caos delle prove per l'ammissione ai corsi 2014/2015: "Il ministro non può nascondersi. Pronti alla mobilitazione per il 23 aprile"

"Risposte" dal ministro dell'Istruzione Stefania Giannini, altrimenti "pronti alla mobilitazione in tutta Italia, il 23 aprile". L'Udu e Rete Studenti Medi non ci sta e chiede "verifiche dettagliate" sulle presunte irregolarità durante il test d'ingresso svoltosi a Bari per l'ammissione ai corsi universitari di Medicina, da cui è scaturita un'inchiesta della Procura del capoluogo, per una possibile manomissione di uno dei plichi contenenti le domande. Nei giorni scorsi, in rete è montata la protesta sull'onda dell'hashtag #stopaltest, con l'iniziativa 'Mettendoci la Faccia' in cui molti ragazzi, da tutta Italia, hanno chiesto di ripetere le prove attraverso un video, proposta rigettata dal Miur.

Centinaia di studenti si sono ritrovati proprio a Bari per manifestare il loro dissenso. L'Udu annuncia un maxi-ricorso contro le "gravissime irregolarità durante i test", spiega il coordinatore nazionale Gianluca Scuccimarra, che aggiunge: "Il ministro non può nascondersi in questa situazione disastrosa che quest’anno, come tutti gli anni, ha danneggiato migliaia di giovani che vogliono studiare".

"Per questo - prosegue -  se non avremmo risposte concrete sulle irregolarità dei test di quest’anno e sull’apertura di un confronto diretto con gli studenti finalizzato al superamento del sistema del numero chiuso, siamo pronti a a mobilitarci il 23 aprile davanti gli ospedali di tutta Italia per far capire a chi ha il potere di decidere su questo tema - conclude - che i giovani studenti di questo Paese sono stanchi di vedere il proprio futuro e i propri sogni infranti da una lotteria senza senso.”

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Test 'irregolari' a Medicina, l'Udu: "Risposte e verifiche dettagliate"

BariToday è in caricamento