Cronaca

Tifosi rifiutano di pagare il biglietto, il treno resta fermo per un'ora

L'episodio nel pomeriggio sul treno Lecce-Bari che riportava a casa un gruppo di tifosi biancorossi che hanno assistito all'amichevole Brindisi-Bari. I supporter, che viaggiavano senza biglietto, hanno reagito con violenza alla richiesta del controllore di mettersi in regola, costringendo il capotreno a fermare il convoglio e ad allertare i carabinieri

Erano saliti a bordo del treno senza biglietto, e quando il controllore ha chiesto loro di mettersi in regola, hanno reagito con violenza, costringendo il capotreno a fermare il convoglio e a chiamare i carabinieri.

Protagonisti dell'episodio, avvenuto oggi pomeriggio nella stazione di Ostuni sul treno Lecce-Bari, una trentina di tifosi biancorossi che tornavano a casa dopo aver assistito alla partita Brindisi-Bari (vinta uno a zero dalla squadra di Torrente).

Soltanto dopo l'intervento dei carabinieri, che li hanno identificati, i supporter baresi hanno accettato di pagare il biglietto. Nel frattempo, però, la loro intemperanza è costata al convoglio un ritardo di un'ora, inevitabilmente subìto anche dagli altri 80 passeggeri che viaggiavano a bordo del treno.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tifosi rifiutano di pagare il biglietto, il treno resta fermo per un'ora

BariToday è in caricamento