Tombe antiche nel futuro giardino, l'area verde di via Manzari si farà: "Idea ritrovamenti a vista"

Tre settimane per sbloccare i lavori per il giardinetto antistante la scuola 'Manzoni-Lucarelli', a Ceglie. In mattinata il sopralluogo dell'assessore Galasso: il progetto sarà rivisto alla luce dei resti archeologici scoperti nei mesi scorsi

Gli scavi in via Manzari a Ceglie

Due o tre settimane, il tempo necessario al Comune per predisporre una perizia di variante al progetto, e il cantiere di via Manzari, a Ceglie, potrà ripartire. Ad assicurarlo è l'assessore ai Lavori pubblici Giuseppe Galasso, che questa mattina ha effettuato un sopralluogo nell'area dove nei mesi scorsi, durante i lavori per la realizzazione di un giardinetto, sono state scoperte alcune tombe risalenti al periodo tra il V e III sec. a.C.. Sul posto, insieme a Galasso, il funzionario archeologo della Soprintendenza, Francesca Radina, la neoeletta presidente del Municipio IV, Grazia Albergo e il presidente uscente Nicola Acquaviva.

L'idea di Comune e Soprintendenza è quella di completare le indagini archeologiche nell'area, dove sono già stati effettuati gli scavi a trincea che hanno portato alla luce le tombe, per accertare l'eventuale presenza di altre sepolture, e poter di conseguenza rivedere l'attuale progetto per la realizzazione dell'area verde. "Il cantiere verrà rimesso in moto - spiega Galasso - asportando il terreno che è presente nella parte sommitale fino ad arrivare al banco roccioso, dove sono state già scavate le tombe, in modo tale da mettere a nudo l'intera area". "Questo - prosegue - ci permetterà di comprendere se ci sono altre tombe, e se sono integre, cioè complete del corredo funerario". I lavori saranno eseguiti dal Comune, attraverso l'impresa affidataria del progetto, sotto la supervisione della Soprintendenza.

Solo a conclusione dei nuovi interventi, si potrà decidere come proseguire, valorizzando ed integrando nel progetto originario i nuovi ritrovamenti. "Potremmo prevedere - ipotizza Galasso - che alcune delle sepolture, le più importanti e rappresentative possano restare in vista, ma questo potremo dirlo solo a lavori conclusi. L'idea è comunque quella di recuperare questo spazio come uno spazio verde e aperto al pubblico, ma che abbia testimonianza dell'importanza dei ritrovamenti".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Intanto, sempre a Ceglie, Comune e Soprintendenza sono al lavoro anche su un altro fronte, quello di piazza Diaz, dove alcuni giorni fa, durante lavori di riqualificazione, è stata scoperta un'antica cisterna: nei prossimi giorni archeologi e restauratori effettueranno un nuovo sopralluogo, per valutare con più precisione origini e datazione dell'ambiente sotterraneo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'alga tossica 'invade' il litorale di Bari e dintorni: valori alti in città e in alcune località della provincia

  • In Puglia 20 nuovi casi di Covid, 4 nel Barese. Il dg dell'Asl: "Due nuclei familiari contagiati"

  • Coronavirus, la Puglia registra 23 nuovi casi. Tre positivi nel Barese: "Due già in isolamento, un altro paziente arrivato da fuori regione"

  • "Il Covid colpisce anche d'estate. Sbagliato salutare con baci e abbracci": l'infettivologa invita a non abbassare la guardia

  • Come eliminare il grasso in eccesso? Gli specialisti di Bari usano... il freddo!

  • Temporali in arrivo nel Barese: la Protezione civile lancia l'allerta meteo gialla

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento