Tombini pieni di erbacce nel sottopasso di via Brigata, Sos Città: "Così si garantisce l'allagamento"

Il presidente Danilo Cancellaro aveva già denunciato la mancata pulizia delle grate di scolo a luglio. Diversi i disagi dopo le ondate di pioggia nella giornata di ieri

Grate bloccate da erbacce e detriti nel sottovia Giuseppe Filippo a Picone, che ancora una volta portano a un allagamento. La denuncia arriva dall'associazione Sos Città, che ha pubblicato le foto dei tombini da cui dovrebbe scolare l'acqua piovana. La forte ondata di maltempo che ha colpito la città nella giornata di ieri ha provocato forti disagi a pedoni e automobilisti, inondando le strade. E le immagini girate dai residenti nei quartieri mostrano una situazione pessima, anche in via Anita Garibaldi ad esempio, un fiume d’acqua ha finito per inondare diversi portoni e attività commerciali, come ricorda l'associazione.

2018102311300500-2

Il presidente dell'associazione, Danilo Cancellaro, punta il dito contro il Comune di Bari, accusato di essere "complice di tutti questi disservizi dal momento in cui in città non viene effettuata nessun tipo di manutenzione di quelle che sono le grate di raccolta acqua piovana come dimostra l’assurda situazione del sottovia Giuseppe Filippo che collega via Brigata Bari con viale Pasteur". Già a luglio Sos città aveva segnalato l'ostruzione dei tombini nel trafficato sottopasso, ma in mattinata era tutto nella stessa situazione, come mostrano le foto.

2018102311315700-2

"Ci sentiamo un po’ presi in giro da parte di un’amministrazione - conclude Cancellaro - che utilizza come scusante la mancanza di una rete di fogna bianca in città, ma che contemporaneamente non provvede nemmeno a pulire e a manutere quel po’ di rete fogniaria che esiste, diventando complice di allagamenti e disagi nei confronti dei cittadini. Le segnalazioni effettuate presso gli uffici competenti sembrano cadere nel nulla. Quel che si avverte è non c’è proprio la volontà di intervenire su questa problematica". La richiesta è dunque di rendere pubblico il calendario degli interventi, così da garantire trasparenza e soprattutto evitare che, in futuro, si possano evitare nuove situazioni di pericolo.

La risposta del Comune

Sulla questione interviene direttamente l'assessore ai Lavori Pubblici, Giuseppe Galasso: "Tra fine mese e i primi giorni di novembre - spiega a Baritoday - sarà effettuata una pulizia delle caditoie, in modo da ridurre i problemi quanto più possibile. Giovedì, inoltre, faremo un sopralluogo con i tecnici dell'Acquedotto pugliese per verificare l'entità di una perdita e di conseguenza agire. Entro fine anno sarà inoltre mandato in gara il progetto di riqualificazione dell'intero sottopasso che consentirà di eliminare i disagi, oltre a migliorarne la sicurezza".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia resta 'zona arancione', la decisione del ministro Speranza: misure confermate

  • Dagli spostamenti tra regioni ai cenoni (vietati), il nuovo Dpcm e le misure al vaglio per Natale

  • Muore a 53 anni l'avvocata Antonella Buompastore, ex proprietaria del Kursaal Santa Lucia

  • Asfalto viscido per la pioggia, auto si ribalta e finisce fuori strada: muore 19enne

  • Marito e moglie affetti da covid morti a distanza di 4 giorni, Bitonto in lutto

  • Bari, smantellato traffico internazionale di droga: 15 arresti, sequestri di beni per 3,5 milioni

Torna su
BariToday è in caricamento