Cronaca

Tribunale del Riesame conferma carcere per Tommy Parisi: esclusa l'aggravante mafiosa

Accolto in parte il ricorso presentato dalla difesa del cantante, figlio del boss Savinuccio: confermata l'estraneità delle presunte attività imprenditoriali illecite rispetto a quelle del clan Parisi

Il tribunale del Riesame di Bari ha confermato il carcere per Tommy Parisi, arrestato lo scorso 16 novembre a due giorni dal blitz della Direzione Nazionale Antimafia riguardante la presunta gestione di un giro di scommesse online illegali, con 21 persone finite in manette. Il Riesame ha parzialmente accolto il ricorso presentato dalla difesa del cantante, figlio del boss Savinuccio, escludendo l'aggravante mafiosa.

L'operazione della GdF: Tommy Parisi arrestato a Japigia

I giudici hanno così condiviso la tesi difensiva presentata dall'avvocato Nicola Lerario, confermando l'estraneità delle presunte attività imprenditoriali illecite rispetto a quelle del clan Parisi. La Procura contesta al giovane di aver intestato fittiziamente a quattro prestanome altrettanti centri scommesse di Bari e provincia. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tribunale del Riesame conferma carcere per Tommy Parisi: esclusa l'aggravante mafiosa

BariToday è in caricamento