Cronaca

Operazione 'Do ut des': Tommy Parisi si è costituito

Il figlio del boss 'Savinuccio' era ricercato da martedì scorso in quanto destinatario di un'ordinanza di custodia cautelare nell'ambito dell'operazione che ha portato all'arresto di altre 26 persone

Tommy Parisi si è costituito. Il figlio del boss di Japigia 'Savinuccio', cantante neomelodico, era ricercato da martedì scorso, quando era sfuggito agli arresti dell'operazione 'Do ut des', e nel pomeriggio si è presentato in carcere.

Secondo l'accusa, Tommy Parisi avrebbe fatto da tramite tra il padre in carcere e gli affiliati al clan, veicolando informazioni e direttive. Nella giornata di ieri, inoltre, la polizia ha diffuso le immagini di un episodio documentato durante le indagini: Tommy Parisi picchia un esponente della criminalità locale proprio davanti al circolo ricreativo di via Borg Pisani, ritenuto il 'quartier generale' del clan di Japigia.

Nelle scorse ore, invece, la polizia aveva arrestato un altro latitante, Donato Catinelli, considerato il 'referente' del gruppo su Polignano, e posto sotto sequestro il 'tesoro' del clan: beni mobili e immobili del lavoro di circa 5 milioni di euro. Restano invece ancora ricercati Giuseppe Parisi, detto 'Mamès', fratello di Savino, ritenuto il reggente del clan, e Battista Lovreglio, cognato del boss.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operazione 'Do ut des': Tommy Parisi si è costituito

BariToday è in caricamento