Cronaca Toritto / Strada Statale 96

Toritto, prostituzione sulla statale 96: arrestato il 'factotum' delle lucciole

L'uomo, un pregiudicato 49enne, si occupava di far da guardiano al casolare utilizzato da sei donne colombiane per l'attività di meretricio, lungo la statale 96 a Toritto. L'uomo si occupava anche di mettere in attesa i clienti e di gestire il parcheggio delle auto nel piazzale

Si occupava di aprire e chiudere il cancello di accesso al casolare, regolando anche il traffico e il parcheggio delle auto e l'attesa dei 'clienti'. Un factotum in piena regola, al servizio di sei donne colombiane che si prostituivano in un casolare lungo la statale 96, a Toritto.

I carabinieri hanno arrestato l'uomo, un pregiudicato barese di 49 anni, con l'accusa di sfruttamento e favoreggiamento alla prostituzione.

Secondo quanto accertato dai carabinieri, l'uomo nell’arco della giornata si dedicava alle mansioni più disparate: aprire e chiudere il cancello del casolare, attivare il gruppo elettrogeno, mettere in attesa i clienti, regolare il traffico e il parcheggio delle auto sul piazzale antistante il casolare e vigilare esternamente,  assicurando nel complesso condizioni favorevoli alla fruttuosa “attività”, mantenendo le donne - sei in tutto, di età compresa tra i 23 e i 52 anni - al sicuro di malintenzionati.

Dopo l’ennesimo appostamento, i carabinieri lo hanno bloccato mentre era davanti al casolare intento a vigilare sui “clienti” in attesa. Sottoposto a perquisizione, il 49enne è stato trovato in possesso di 120 euro e di un mazzo di chiavi, tra cui vi erano quelle per aprire il cancello d’ingresso del casolare, il tutto posto sotto sequestro. 

Su disposizione della Procura della Repubblica di Bari, il 49enne è stato condotto in carcere. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Toritto, prostituzione sulla statale 96: arrestato il 'factotum' delle lucciole

BariToday è in caricamento