Torna il ‘Panettone della legalità’

Appuntamento domani alle 9 al Palazzo di giustizia di Via Nazariantz. I panettoni saranno venduti domani e dopodomani nei Palazzi di giustizia di Bari (p.zza De Nicola e via Nazariantz)

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

Torna anche quest’anno il ‘Panettone della legalità’, iniziativa finalizzata a supportare nel nome della legalità le attività di aziende sottoposte a sequestro giudiziario e confisca.

L’iniziativa – giunta alla quarta edizione, con l’adesione dell’Ordine degli Avvocati di Bari e di  ‘Libera, Associazioni nomi e numeri contro le mafie’ di Don Ciotti – sarà presentata domani alle 9 nell’atrio del Palazzo di giustizia di Via Nazariantz; interverranno Francesca La Malfa,  presidente della sezione Misure di prevenzione del Tribunale di Bari,  Giovanni Cataldo, comandante della Legione Carabinieri di Puglia e Guglielmo Starace, consigliere dell’Ordine degli Avvocati di Bari.

Nello specifico l’iniziativa intende supportare l’attività commerciale delle gelaterie Gasperini; lo storico marchio, dopo essere stato acquisito dalla "Cavour 55" e dopo i successivi provvedimenti di confisca delle quote di questa società da parte dell'autorità giudiziaria, è oggi pienamente operativo attraverso la rete delle sue gelaterie a Bari, che continuano ad operare sotto la direzione dell'amministratore giudiziario nominato dal Tribunale.

Il laboratorio di pasticceria Gasperini ha realizzato artigianalmente panettoni natalizi, con varie farciture (tradizionale e al cioccolato) e dimensioni (da kg 1,000 e 3,000), che saranno venduti – a prezzo di costo - , oltre che nel punto vendita Gasperini di c.so Cavour 55, anche negli atri dei Palazzi di Giustizia di Bari (p.zza De Nicola e via Nazariantz) nelle giornate del 17 e 18 dicembre.

«Le gelaterie Gasperini – commenta Giovanni Stefanì, presidente dell’Ordine degli Avvocati di Bari – sono il simbolo della valorizzazione del bene confiscato; è lodevole questa iniziativa e come ogni anno non può mancare il segnale di sostegno e solidarietà da parte della comunità forense, sempre in prima linea nella difesa della legalità».

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento