rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021
Cronaca San Giorgio

Lungomare San Giorgio, rotti due sigilli a case sequestrate. M5S: "Prostituzione e degrado"

Segnalata la manomissione su alcune abitazioni chiuse dopo il blitz delle Forze dell'Ordine a gennaio scorso. Malavita e illegalità diffusa rendono l'area poco frequentabile specie nelle ore notturne

A fine gennaio il blitz dei carabinieri per contrastare degrado e prostituzione: a distanza di circa 7 mesi un paio di sigilli apposti dalle Forze dell'Ordine su alcune abitazioni del lungomare tra San Giorgio e Punta Perotti risultano rotti o manomessi e non mancano le segnalazioni di occupazioni abusive. Una situazione non certo edificante per un'area che dovrebbe essere fiore all'occhiello del turismo e dello svago cittadino, in preda, invece allo squallore quotidiano.Durante i controlli di gennaio scorso vennero chiusi 15 locali posti sotto sequestro. 

A segnalare la rottura dei sigilli, un attivista del Movimento Cinque Stelle, Fabio Leli: "La sera - spiega - è facile distinguere luci accese. Ho noqato alcuni sigilli strappati e spesso capita di vedere movimenti legati alla prostituzione. E' un degrado purtroppo solito e frequente". Una 'movida' del piacere evidentemente difficile da debellare, se non con un piano di riqualificazione organico, al momento solo sulla carta. Nel frattempo degrado e delinquenza la fanno da padroni: bagnanti e visitatori delle spiagge, in un certo senso, sembraqno quasi degli 'intrusi', una trascurabile parentesi durante le ore della giornata, prima che cali nuovamente il buio sulla zona e sulla sua legalità.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lungomare San Giorgio, rotti due sigilli a case sequestrate. M5S: "Prostituzione e degrado"

BariToday è in caricamento