Cronaca Torre a Mare

Lei vuole lasciarlo, lui la picchia e la rinchiude in giardino: 58enne in manette a Torre a Mare

La donna è finita in ospedale con una sospetta perforazione del polmone. Il compagno violento è stato arrestato dai carabinieri, fermato mentre, dopo aver bloccato la vittima, tentava di allontanarsi con il figlio minorenne

La giovane compagna vuole lasciarlo, lui reagisce con violenza, prendendola a botte e rinchiudendola nel giardino dell'abitazione. Poi, cerca di allontanarsi con il figlio minorenne di lei. E' accaduto venerdì sera a Torre a Mare.

A bloccare e arrestare il compagno violento sono stati i carabinieri. Un militare libero dal servizio ha udito le urla della donna provenire dal giardino in cui era stata bloccata, senza avere la possibilità di uscire in strada né di rientrare nell'abitazione. E' quindi partita la chiamata al 112, che ha fatto scattare l'intervento dei carabinieri  del Nucleo Operativo Radiomobile della Compagnia di Triggiano.

I militari hanno così bloccato l'uomo, un 58enne, proprio mentre cercava di allontanarsi con il figlio minorenne. Nel frattempo la donna - di circa 23 anni più giovane del compagno violento - è stata soccorsa: trovata con il volto tumefatto, è stata ricoverata d'urgenza presso il reparto pneumologia del Policlinico, poiché le violente percosse le hanno provocato, oltre che fratture multiple e contusioni, anche un grave trauma toracico con sospetta perforazione del polmone, con conseguenti difficoltà respiratorie.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lei vuole lasciarlo, lui la picchia e la rinchiude in giardino: 58enne in manette a Torre a Mare

BariToday è in caricamento