menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Porto di Torre a Mare nel degrado, M5S: "Mettere in sicurezza la spiaggia"

Il portavoce-consigliere del Municipio I, Italo Carelli, chiede interventi: "I bambini giocano tra i rifiuti e su una sabbia dove spesso arrivano gli scarichi delle barche". Sul tanto atteso dragaggio: "Troppi 1,7 milioni se confrontati con altri progetti in Europa"

L'estate alle porte, ma il degrado resta. Torre a Mare, piccolo quartiere marinaro frequentato dai baresi specialmente durante la bella stagione, attende un rilancio e un recupero del porto che versa in condizioni di degrado. Da troppo tempo ormai, si attende il dragaggio dei fondali e la spiaggetta antistante la piazza é frequentata da bambini che giocano tra rifiuti e sabbia sporca.

A segnalarlo, il consigliere-portavoce in Municipio I per il Movimento 5 Stelle, Italo Carelli: "Sono anni - afferma - che i cittadini aspettano le opere già previste in bilancio. Tra l'altro mi chiedo come mai qui sia prevista una spesa di 1,7 milioni di euro per recuperare due metri e mezzo di profondità, quando per operazioni simili si spende meno. All'Isola d'Elba, ad esempio, sono stati impiegati 150mila euro e a Rotterdam, per un porto nettamente più grande di quello di Bari, sono bastati 800mila euro".

Il M5S segnala anche il degrado della spiaggetta, frequentata da numerosi bagnanti in estate, temerari nel prendere il sole tra vecchie barche e sporcizia: "Abbiamo visto - dice Carelli- numerosi genitori che portavano i bambini a giocare lì dove spesso vi sono residui di scarichi delle barche. Una situazione a nostro avviso pericolosa che dovrebbe portare a transennare l'area e renderla accessibile solo agli operatori e a chi ormeggia le barche lì".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento