Tavolini e ombrelloni abusivi sulla piazzetta del porto: scatta sequestro a Torre a Mare

Operazione congiunta di Guardia costiera e Polizia locale: deferiti i titolari di tre noti esercizi commerciali, che avevano arbitrariamente posizionato gli arredi su un'area di oltre 300 metri quadri. Multe per 20mila euro

Avevano arbitrariamente occupato tre diverse aree demaniali marittime, per una superficie complessiva di circa 300 metri quadrati, posizionando con ombrelloni, sedie, tavolini, fioriere, banchi per la lavorazione del prodotto ittico ed altri arredi mobili. Così, sulla piazza del porto, a Torre a Mare, è scattata l'operazione congiunta di Guardia costiera e polizia locale.

L'occupazione illecita è stata contestata ai titolari di tre esercizi commerciali. Inoltre, nel corso delle verifiche, è stata constatata la presenza, di 2 strutture totalmente abusive, nonché di una canna fumaria priva di autorizzazione di un quarto pubblico esercizio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sequestrati gli arredi, multe per i titolari

Il personale operante della Guardia Costiera di Bari e della Polizia Locale ha proceduto a sgomberare tutte le zone illecitamente occupate e a sottoporre a sequestro penale tutti gli arredi rinvenuti e le strutture abusive. I gestori degli esercizi commerciali - spiega una nota congiunta di Guardia Costiera e Polizia locale - sono stati deferiti alla locale Procura della Repubblica, per la violazione degli articoli 1161 del Codice della navigazione (abusiva occupazione e innovazioni non autorizzate sul pubblico demanio marittimo), 633 e 639 bis del Codice penale (invasione di terreni destinati ad uso pubblico), 272 del decreto legislativo 152/2006 (installazione di canna fumaria non autorizzata). Agli stessi, da parte della Guardia Costiera e della Polizia Locale di Bari sono state inoltre comminate sanzioni pecuniarie amministrative per un ammontare complessivo di circa ventimila euro, per violazioni alla legge regionale sul commercio, nonché al Codice della navigazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Uccio De Santis positivo al coronavirus, annullato spettacolo in Svizzera: "Sono forte, ci vediamo presto"

  • Verso il nuovo Consiglio regionale, i nomi: Lopalco superstar, boom Paolicelli e Maurodinoia. A destra c'è Zullo, M5S con Laricchia

  • Vipera in giardino: come riconoscerla e cosa fare in caso di morso

  • I nomi del nuovo Consiglio regionale: la ripartizione dei seggi, ecco chi siederà in via Gentile

  • Raffaele Fitto positivo al Covid-19 con la moglie, l'annuncio: "Tampone dopo contagio di uno stretto collaboratore"

  • Il Coronavirus fa ancora paura nella provincia: un decesso a Polignano, crescono i contagi a Noicattaro

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento