rotate-mobile
Cronaca Torre a Mare

Torre a Mare, aggredisce il fratello con una mannaia: 26enne arrestato per tentato omicidio

Il folle gesto durante una lite: il giovane pretendeva soldi per acquistare alcolici. E' stato bloccato dai poliziotti

Un violento litigio in famiglia, la pretesa di soldi per comprare alcolici e il rifiuto che scatena la follia e il tentativo di aggressione a colpi di mannaia. E' accaduto in una villetta di Torre a Mare: solo l'intervento degli agenti delle Volanti ha fatto in modo che la lite non sfociasse in una tragedia. In manette è finito un 26enne mauriziano, con precedenti di polizia, accusato di tentata estorsione e tentato omicidio.

Secondo quanto raccontato dalla vittima dell'aggressione, fratello gemello del 26enne, che si è sottratto all'aggressione fuggendo dall'abitazione, tutto sarebbe partito dal suo rifiuto di dare soldi al 26enne, che gli aveva chiesto del denaro per comprare degli alcolici.

La mannaia è stata poi rinvenuta nel giardino dell'abitazione, dove era stata nascosta. Inoltre, dalle attività compiute, è emerso che il 26enne qualche giorno prima aveva aggredito anche la madre, alla quale aveva tentato di estorcere denaro.

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torre a Mare, aggredisce il fratello con una mannaia: 26enne arrestato per tentato omicidio

BariToday è in caricamento