menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Torre Quetta, rimossa rampa da skate: "Abusiva". I ragazzi: "Chiediamo autorizzazioni da anni"

Dopo un infortunio a un ragazzo, smontata la struttura realizzata con fondi privati da Impact Beach. L'associazione: "Un funzionario del Comune ci ha invitato a giocare a ping pong invece di fare 'americanate'. L'assessore Petruzzelli: "Seguirò le autorizzazioni per montare al più presto la nuova rampa"

Rimossa perché 'abusiva' e 'non autorizzata', nonostante i tentativi di regolarizzarla "per più di due anni". Torre Quetta perde la sua rampa da skate installata due estati fa dai ragazzi di Impact Beach, il gruppo che, in collaborazione con il Comune, sta trasformando la spiaggia attrezzandola con campi sportivi. Pochi giorni fa, nell'half-pipe utilizzato per allenarsi con lo skate, un ragazzo si è fatto male. Di qui la decisione dei funzionari amministrativi del Comune, che hanno chiesto e ottenuto la rimozione della struttura la cui costruzione non sarebbe stata mai autorizzata.

Un diktat maldigerito dall'associazione: "Abbiamo provato - spiegano su Fb - a regolarizzare la rampa per più di due anni, nel mentre si sono avvicendate due amministrazioni, ma è stato inutile. Troppo difficile per il comune accettare una struttura sportiva costruita con fondi privati e regalata alla comunità". Il gruppo avrebbe maldigerito la risposta di un funzionario comunale che, alle richieste dei ragazzi, avrebbe affermato, non senza colore e folklore, "queste filosofie americane lasciatele fuori da questo ufficio, qui siamo a Bari", invitandoli a preferire il ping pong allo skate". Impact Beach aveva intenzione di allargare anche la struttura: "Avevamo trovato uno sponsor che insieme a noi avrebbe finanziato l’ampliamento della rampa , per trasformarla in una Bowl 3 volte più grande. Avevamo i soldi pronti ed un dettagliato progetto in cad. Il comune ancora una volta non avrebbe speso un euro e tutto sarebbe comunque restato free. Ogni anno sarebbero venuti atleti di fama mondiale per contest ed esibizioni. Tutto in fumo".

Sulla vicenda è intervenuto l'assessore comunale all'Ambiente e allo Sport, Pietro Petruzzelli: "Stiamo tentando di investire molto su Torre Quetta. Abbiamo sostenuto un privato che ha investito risorse per i campi da beach volley, abbiamo ricostruito il gazebo per i ragazzi del surf, io personalmente ho voluto che il 18 luglio si tenessero a torre Quetta le finali del campionato regionale di streetbasket. Con lo stesso spirito mi impegno a seguire personalmente le autorizzazioni per montare nel più breve tempo possibile la nuova rampa da skate" ma, aggiunge "dobbiamo fare le cose in regola. Questa è l'unica strada per trasformare Bari in una città vivibile e i baresi in cittadini più civili".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento