Cronaca Carbonara / Via Ponte

Traffico di rame, sequestrato un deposito a Carbonara

Sotto sigilli un'area di circa 1000 metri quadri, all'interno della quale i carabinieri hanno rinvenuto oltre 100 quintali di materiale ferroso di incerta provenienza. Denunciato il gestore dell'attività, un 40enne del luogo

Gestione illecita di rifiuti ferrosi senza le necessarie autorizzazioni, discarica non autorizzata di rifiuti speciali pericolosi e non, immissione abusiva nella rete fognaria di scarichi derivanti da processo di lavorazione di materiale plastico e ligneo, ricettazione: sono queste le accuse di cui dovrà rispondere un 40enne di Carbonara, denunciato ieri pomeriggio dai carabinieri in quanto gestore di un deposito illecito di materiali ferrosi.

All'interno del capannone, ubicato in via Ponte nel quartiere Carbonara, i  militari hanno rinvenuto oltre 100 quintali di materiale ferroso, pericoloso e non, e in parte già lavorato e di incerta provenienza, come rame, motorini di avviamento, bobine, rifiuti elettrici ed elettronici, pezzi meccanici ed idraulici, batterie al piombo esauste, cavi elettrici di varie sezioni, trasformatori, lastre di coibentazione, lampioni.

L'attività, probabilmente utilizzata come punto di raccolta del rame rubato in zona, era gestita dal 40enne in maniera del tutto illegale, in quanto l'uomo risultava essere titolare di una società autorizzata al trasporto e raccolta di soli rifiuti non pericolosi, peraltro con sede legale in luogo diverso da quello del controllo.

Oltre al capannone e ai rifiuti ferrosi, sono stati sequestrati anche due muletti, una pressa, una taglierina, varie bombole contenenti ossido acetilene per il taglio termico munite di carrello, alcune bombole gpl, una bilancia per la pesa del materiale, un autocarro Fiat Iveco (che non era autorizzato al trasporto del predetto materiale), e quattro confezioni integre di guanti in dotazione al corpo dei vigili del fuoco ed alcuni documenti. Al momento del controllo, il 40enne è stato colto in flagrante mentre mentre bruciava della plastica all'interno di due grossi fusti metallici, anch'essi sequestrati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Traffico di rame, sequestrato un deposito a Carbonara

BariToday è in caricamento