Cronaca

Processo blitz 'Shefi' su traffici di droga tra Albania e Italia: cinque condanne e 4 assoluzioni

Il blitz della Direzione Investigativa Antimafia, compiuto a marzo 2018, vide arrestate 43 persone tra italiani e cittadini del Paese delle Aquile

Cinque condanne e quattro assoluzioni: è quanto ha deciso la prima Sezione penale del Tribunale di Bari nell'ambito dell'inchiesta sul blitz 'Shefi', messo a segno dalla Direzione Distrettuale Antimafia del capoluogo pugliese a marzo 2018 contro i traffici di stupefacenti tra Albania e Italia. In quell'occasione vennero arrestate 43 persone tra italiani e cittadini del Paese delle Aquile. Le indagini riguardarono i presunti contatti d'affari tra due organizzazioni miste tra italiani e albanesi, dedite allo smistamento si ingenti quantità di droga in Puglia e nel territorio nazionale.

Le condanne e le assoluzioni

I giudici, a un anno e quattro mesi dal blitz, hanno condannato Francesco Frranco e Gianluca Marvulli a 5 anni di carcere. Quattro anni di reclusione per Franccesco Arema e Gezim Bircaj, 3 anni e sei mesi per Leonidha Bircaj.

Assolti, invece, Pasquale Serini, Carlo Catino, Salvatore Catino, Antonio Volpe (difeso dall'avvocato Nicola Lerario).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Processo blitz 'Shefi' su traffici di droga tra Albania e Italia: cinque condanne e 4 assoluzioni

BariToday è in caricamento