Sabato, 19 Giugno 2021
Cronaca

Picchiati e costretti a mendicare, scoperta tratta di esseri umani

Arrestato un cittadino bulgaro di 41 anni: dietro la falsa promessa di un lavoro favoriva lo sbarco dei suoi connazionali a Bari per costringerli a mendicare

Un cittadino bulgaro di 41 anni, Marin Kostov Todorov è stato arrestato dalla Polizia con l'accusa di tratta di esseri umani e riduzione in schiavitù. Nell'arco di tempo compreso tra maggio 2013 e aprile 2014, Todorov avrebbe fatto arrivare in Italia, via Grecia, numerosi connazionali con la falsa promessa di trovargli un lavoro, salvo poi costringerli a mendicare per le strade di Bari al fine di incassare i proventi dell’attività di accattonaggio.

Oltre a Todorov nella tratta di cittadini bulgari, sarebbero coinvolti altri suoi connazionali, tra cui la compagna. La banda aveva come sede operativa un rudere di via Oberdan, dove i mendicanti, tra cui c'erano anche persone disabili dormivano in condizioni disumane. Ogni 'schiavo' fruttava all'organizzazione circa 30 euro al giorno: in cambio riceveva un wurstel al giorno e dell'acqua. 

La denuncia è partita nel marzo 2013 da una cittadina barese che ha messo in contatto uno dei mendicanti con la Polizia. Le complesse indagini condotte dai poliziotti hanno permesso di risalire a Todorov e all'organizzazione che operava tra Bulgaria, Grecia e Italia. Sempre secondo gli inquirenti, si tratterebbe solo della punta dell'iceberg di un traffico di esseri umani molto più ampio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Picchiati e costretti a mendicare, scoperta tratta di esseri umani

BariToday è in caricamento