Cronaca

Traffico di marijuana tra Puglia e Albania: cinque arresti

Operazione dei finanzieri del G.I.C.O. del Nucleo di Polizia Tributaria di Bari. In manette sono finiti cinque cittadini albanesi, accusati di far parte di una banda operante prevalentemente nel territorio di Terlizzi, Molfetta e Trani

Operazione antidroga dei finanzieri del G.I.C.O. del Nucleo di Polizia Tributaria di Bari nelle prime ore di questa mattina. I militari hanno dato esecuzione a cinque ordinanze di custodia cautelare, emesse dal GIP del Tribunale di Bari,  su richiesta della DDA di Bari nei confronti di cinque cittadini albanesi, dediti al traffico internazionale di sostanze stupefacenti, tra l’Albania e l’Italia, operanti prevalentemente nel territorio di Terlizzi, Molfetta e Trani.

L’operazione, denominata “Terlicium”, ha preso avvio dal sequestro di un ingente quantitativo di marijuana pari a trecento chili, eseguito nel porto di Bari nei confronti di un cittadino macedone, ha portato, nel tempo, all’individuazione di una cellula criminale albanese, con base nella cittadina pugliese di Terlizzi, nei cui confronti sono stati sequestrati, complessivamente quaranta chili di marijuana e 26 mila euro in contanti, nonché all’arresto in flagranza di sei soggetti, altri due cittadini albanesi e quattro cittadini italiani di origine campana, collegati a clan malavitosi operanti nella periferia partenopea.

L’organizzazione criminale, composta anche da soggetti con specifici precedenti penali e di polizia, potendo contare su contatti diretti con connazionali residenti in Albania, gestiva numerose spedizioni di marijuana dal paese balcanico verso l’Italia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Traffico di marijuana tra Puglia e Albania: cinque arresti

BariToday è in caricamento