Cronaca

Traffico di migranti, arrestato un cittadino iracheno

L'uomo è stato fermato dalla Polizia ferroviaria nella stazione di Bari centrale. Secondo gli investigatori, sarebbe il referente per la Puglia di un'organizzazione criminale dedita al traffico di immigrati provenienti da Iraq, Siria e Afghanistan

Ha soltanto 29 anni, ma sarebbe uno dei più esperti trafficanti di immigrati irregolari in Puglia. Si tratta di Ali Mohammad Sultan, detto Fuad, un cittadino iracheno fermato ieri dalla Polizia ferroviaria nella stazione di Bari centrale. Fuad era ricercato da aprile, quando il gip di Trieste aveva emesso un provvedimenti di cattura per associazione a delinquere transnazionale e traffico di clandestini al quale l'uomo era riuscito a sottrarsi.

L'ARRESTO - Conosciuto da molte polizie europee sotto diversi falsi nomi, il 29enne è stato fermato ieri dalla Polfer per un semplice controllo, ma una volta identificato è stato immediatamente fermato e condotto in carcere. Al momento dell'arresto, il giovane è stato trovato in possesso di 500 euro, due telefoni cellulari, numerose marche da bollo e fotografie, che lasciano supporre che il giovane fosse ancora in piena attività.

L'ORGANIZZAZIONE CRIMINALE - Secondo gli investigatori, l'uomo sarebbe il referente per la Puglia di un'organizzazione criminale internazionale dedita al traffico di immigrati iracheni, curdi, afghani, siriani e di altri paesi orientali. Attraverso l'azione di alcune "cellule" disseminate sui territori d'origine dei migranti, il gruppo organizzava dalla Grecia il trasporto degli immigrati irregolari fino al porto di Bari, da dove, mediante contatti con altri pericolosi elementi iracheni, ucraini e romeni insediati a Milano, Bolzano e Bari, gli uomini vevinano poi fatti proseguire verso il Nord Europa a bordo di camion o autovetture.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Traffico di migranti, arrestato un cittadino iracheno

BariToday è in caricamento