menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto Nazzareno Chimienti

Foto Nazzareno Chimienti

Traffico e doppie file, ingorgo via Hahnemann: "Peggiorerà coi parcheggi dell'Ospedaletto"

Il Comitato dei residenti chiede interventi prima che vengano aperti i nuovi varchi verso il Giovanni XXIII: "La strada non potrà contenere un afflusso ulteriore"

Un vero e proprio imbuto tra auto in doppia fila e transiti di veicoli, pronto a intasarsi ancor di più quando saranno pronti i due nuovi ingressi per entrare nel parcheggio dell'ospedale 'Giovanni XXIII': succede in via Hahnemann, strada che congiunge via Tridente a via Amendola, nella zona 'alta' di San Pasquale. Il locale comitato che raccoglie le istanze di circa 800 residenti, da tempo chiede al Comune di intervenire per trovare soluzioni che possano scongiurare un ulteriore peggioramento delle condizioni di traffico. A causare gli ingorghi le tante auto parcheggiate in modo errato a due passi dalla clinica Mater Dei ma anche l'afflusso di genitori per accompagnare o prendere i figli dal Liceo Fermi e i tanti che frequentano, specie nelle ore serali, una nota pizzeria sulla strada.

Nel giro di un mese o poco più dovrebbero essere aperti i due varchi per l'Ospedaletto, causando un inevitabile afflusso di altre automobili: "A nostro avviso - spiega Nazzareno Chimienti, portavoce del Comitato residenti contrada Barone - la strada non potrà contenere un tale afflusso di veicoli e persone. Tra l'altro, crediamo diventerà più problematico l'incrocio con via Tridente, dove attualmente non vi sono semafori a regolarlo". I due nuovi varchi saranno previsti poco dopo la svolta da via Amendola e più avanti, a ridosso di una curva. Nei mesi scorsi è stato avviato un dialogo tra Comune, residenti e operatori, senza però grandi risultati.

"A ottobre - prosegue Chimienti - ci siamo incontrati ma non è stato possibile prendere alcuna decisione. Da quel momento non abbiamo ricevuto risposte. Proponiamo di rendere più sicura la strada trovando delle soluzioni idonee come il divieto di parcheggio su una parte della carreggiata, la chiusura dell'ingresso al Fermi e l'utilizzo, per i clienti della pizzeria, delle nuove aree dell'ospedaletto. Tra un mese la situazione si complicherà, nonostante i vigili siano presenti e multino costantemente gli automobilisti. Non è un capriccio di alcune centinaia di residenti - aggiunge Chimienti - perché i disagi riguarderanno tutti. Siamo fiduciosi che il Comune possa ascoltarci".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento