Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca

Si opera per cambiare sesso, potrà congelare gli ovuli

Sì del comitato etico del Policlinico di Bari alla richiesta di una 30enne pugliese seguita dall'ambulatorio psichiatrico sui disturbi dell'identità di genere. E' il primo caso in Puglia

E' il primo caso in Puglia, forse il primo in tutta Italia. Quello di una trentenne pugliese che, in procinto di sottoporsi ad un intervento per cambiare sesso, ha chiesto e ottenuto di poter congelare i propri ovuli.

LA STORIA - La donna, seguita dall’ambulatorio psichiatrico sui disturbi dell’identità di genere del Policlinico, aveva manifestato la sua intenzione, e la richiesta era stata sottoposta all'attenzione del Comitato etico. Il quale ha dato parere favorevole alla conservazione dei gameti.

SI' ALLA CONSERVAZIONE, MA RESTANO I VINCOLI DI LEGGE - Secondo il Comitato etico che ha accolto la richiesta, "non si rilevano elementi ostativi" che impediscano la conservazione dei gameti, si tratti di ovuli o di liquido seminale. Il deposito dei gameti, infatti, è concesso ad ogni cittadino italiano. Diversa questione, però, resta quella dell'eventuale utilizzazione degli stessi, che, sottolinea il comitato, dovrà essere conforme alla legge "e debitamente autorizzato dalle autorità competenti". In pratica, per la conservazione non esiste nessun impedimento, ma l'eventuale utilizzo per la procreazione, anche dopo che il soggetto abbia cambiato sesso, resta da valutare separatamente, in base alla legge vigente.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si opera per cambiare sesso, potrà congelare gli ovuli

BariToday è in caricamento