Cronaca

La reliquia di San Nicola in partenza per Mosca: a scortarla anche Emiliano e Decaro

La partenza dell'aereo è prevista domenica 21 maggio alle 11.30. Verrà anche sottoscritto un protocollo tra la Basilica e Dipartimento delle relazioni esterne del Patriarcato di Mosca

L'aereo partirà alle 11.30, trasportando un simbolo capace di unire due religione e due terre, l'Italia e la Russia. Domenica 21 maggio una reliquia di San Nicola lascerà la Basilica per raggiungere la basilica di San Salvatore a Mosca. Un'occasione unica per i fedeli ortodossi: è la prima volta dopo 930 anni che accade. Il frammento di 13 centimetri di una costa sinistra verrà poi trasferito a San Pietroburgo, prima di rientrare in patria il 28 luglio prossimo. 

La ricorrenza permetterà di rafforzare ancora di più i rapporti tra la Basilica di San Nicola e il Patriarcato di Mosca. Al termine della celebrazione liturgica in Basilica che precederà la partenza, verrà infatti stipulato un protocollo di intesa tra monsignor Francesco Cacucci, arcivescovo di Bari-Bitonto, e il metropolita Hilarion Alfeeve, presidente del Dipartimento delle relazioni esterne del Patriarcato di Mosca. 

Il reliquiario sarà scortato in aeroporto dalle Forze dell'ordine e sarà accompagnato durante il viaggio da una delegazione composta dall'arcivescovo Cacucci, da padre Ciro Capotosto - priore della Basilica di San Nicola -, Angelo Romita - direttore dell'Ufficio per l'Ecumenismo e il dialogo interreligioso dell'Arcidiocesi di Bari-Bitonto -, Michele Emiliano - governatore della Regione Puglia -,  Antonio Decaro - sindaco di Bari -, Francesco Introna, il rappresentante dell'Università di Bari che ha curato le indagini scientifiche utili al prelievo della reliquia. 

L'arrivo a Mosca è previsto per le 16, quando la reliquia sarà accolta dal Patriarca di Mosca e di tutte le Russie Kirill.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La reliquia di San Nicola in partenza per Mosca: a scortarla anche Emiliano e Decaro

BariToday è in caricamento