"Trasferiti dai container a strutture fisse", ecco le Case di comunità per i 72 senzatetto del campo di via di Maratona

Questa mattina il Servizio sociale professionale ha ricevuto gli ospiti del campo per definire gli ultimi dettagli in merito al loro trasferimento. Bottalico: "Non speculiamo sulle loro vite"

Una delle Case di comunità per i senzatetto

Nuovi passi avanti per la ricollocazione dei senzatetto ospiti del campo di accoglienza della Croce Rossa in via Maratona, che è ormai vicino alla chiusura a causa della scadenza della convenzione con il Comune. Come annunciato ieri dall'amministrazione comunale, a sostituire nella funzione abitativa i container mobili della struttura in via di Maratona, saranno le Case di comunità. Questa mattina il Servizio sociale professionale ha ricevuto gli ospiti del campo di viale di Maratona per definire gli ultimi dettagli in merito al loro trasferimento.

Al momento sono 72 le persone ospitate nel campo di accoglienza, che dal primo ottobre troveranno casa nei 13 alloggi forniti dal Comune, che sono predisposti ad ospitare persone singole, coppie, donne sole o con figli e interi nuclei familiari. Sarà fornito così ai senzatetto un luogo per socializzare, intraprendere un percorso di autonomia e inclusione sociale e, soprattutto, di restare liberamente al loro interno anche di mattina.

28-09-18 nuove case di comunità_13 soluzioni abitative al posto dei container 2-2

Operazione che vedrà il supporto di un operatore sociale ogni 20 utenti, che garantirà loro i servizi di assistenza come l’orientamento sociale e sanitario, l’accompagnamento all’accesso agli strumenti socio-lavorativi e ai percorsi di inclusione sociale attivati dal servizio sociale professionale territorialmente competente. A loro disposizione anche un avvocato per consigli legali e un mediatore linguistico, qualora siano presenti ospiti stranieri.

Le case di comunità

Le strutture residenziali sono state individuate con avviso pubblico e si trovano in gran parte nella città di Bari e possono offrire accoglienza a 271 persone (più 80 posti per le emergenze). All’avviso hanno partecipato le realtà del volontariato laico, cattolico e del privato-sociale mettendo a disposizione strutture in disuso, edifici abbandonati per lungo tempo e ristrutturati, ville e appartamenti di piccole dimensioni, tutti raggiungibili con i mezzi pubblici.

28-09-18 nuove case di comunità_13 soluzioni abitative al posto dei container 6-2

“Siamo al lavoro da quattro anni per restituire dignità a quanti vivono in condizioni di emarginazione da tanto tempo, non solo per motivi economici ma spesso per situazioni personali, familiari o momenti di vulnerabilità psichica - spiega l’assessore al Welfare Francesca Bottalico -. La città di Bari, oggi, può ritenersi soddisfatta per aver messo fine a uno stato emergenziale, durato anche troppo tempo, e aver trovato una soluzione stabile e strutturata, decisamente più decorosa e rispettosa della dignità umana se paragonata a quelle del passato. E quei container, per quanto siano stati di supporto negli ultimi anni, rappresentano proprio quel passato. Finalmente abbiamo eliminato le condizioni di emergenza, pertanto quel campo non ha più motivo di esistere".

La replica alla polemica

E l'assessore non risparmia frecciatine sul polverone alzatosi dall'annuncio dello sgombero della struttura della Croce rossa:

Non accetto critiche da parte di chi specula politicamente sulle vite di donne e uomini fragili e indifesi e preferisce saperli all’interno di soluzioni emergenziali. Ricordo a questi signori che tra poco tornerà il freddo e sono orgogliosa del fatto che, dopo molti anni, gli ospiti del campo di viale di Maratona potranno affrontare l’inverno con una nuova prospettiva di vita.
Quanto al personale dipendente della Croce Rossa impegnato fin qui nel servizio, siamo impegnati affinché possa essere ricollocato in strutture e servizi analoghi

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia 'promossa' da domenica? Dati Covid in miglioramento, si va verso la zona gialla

  • La Puglia 'promossa' da zona arancione a zona gialla (nonostante l'Iss contrario): c'è l'ordinanza del ministro Speranza

  • Nuovo Dpcm: verso lo stop a spostamenti dai Comuni per Natale e Capodanno, dal 21 viaggi tra regioni solo per rientro nella propria residenza

  • Il Dpcm di Conte: la Puglia è arancione (gialla sotto Natale). Si torna a scuola il 7 gennaio. "No non conviventi in casa"

  • L'indice Rt scende sotto l'1 in Puglia e Lopalco risponde ai medici: "Non siamo regione da zona rossa"

  • Stop agli spostamenti tra regioni dal 21 dicembre, comuni 'chiusi' a Natale e Capodanno: il governo approva il decreto

Torna su
BariToday è in caricamento