Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca

Bus extraurbani, la Regione investe sulla 'flotta': "Mezzi nuovi e più smart"

La Giunta ha approvato un finanziamento da 56 milioni di euro per acquistare 380 autobus da destinare alle aziende e ad alcune società ferroviarie locali. Giannini: "Presto interverremo su trasporto urbano"

Un investimento da 56 milioni di euro per rinnovare la flotta dei bus extraurbani e interurbani con 380 nuovi mezzi: la Regione Puglia ha presentato, questa mattina, il piano di rinnovamento del trasporto pubblico per offrire a utenti, pendolari e turisti servizi migliori su mezzi più moderni. A essere sostituiti, infatti, saranno i bus con classi di emissioni Euro 0, Euro 1 ed Euro 2, lasciando strada agli Euro 6 a piano ribassato o equipaggiati per l'accessibilità di utenti a ridotta capacità motoria. I mezzi avranno, inoltre, il condizionatore, un dispositivo per la validazione elettronica a bordo dei titoli di viaggi, contatore di passeggeri in salita e discesa e indicazioni digitali sul percorso. Il piano di rinnovamento sarà finanziato per 26 milioni con risorse ministeriali e 30 di Fsc Patto per la Puglia. Complessivamente verrà sostituito il 22% dei bus, ovvero quasi un mezzo su 4: "Con queste innovazioni dei bus nuovi - ha affermato l'assessore regionale ai Trasporti, Gianni Giannini - potremo implementare il biglietto unico bus treno che ha bisogno di infrastrutture omogenee".

La Regione concorrerà, al massimo, al 70% della spesa per i mezzi con il restante 30% a carico delle aziende titolari dei contratti di servizio per il trasporto interurbano regionale e provinciale con servizi da almeno 50mila km complessivi l'anno e per un periodo non inferiore ai 100 giorni, oltre alle società di servizi sostitutivi e integrativi di trasporto ferroviario. L'investimento totale, dunque, è di circa 80milioni di euro: “Questo - ha concluso l’assessore - è il primo passo per un disegno più ampio, già tracciato negli strumenti di pianificazione regionale che vuole abbinare il rinnovo del parco mezzi gomma e ferro, all’utilizzo delle moderne tecnologie infrastrutturali come il contactless e dispositivi AVM/AVL, necessarie ad avviare azioni smart per un trasporto pubblico sempre più sostenibile, di qualità, comodo e capace di rispondere alle esigenze dei tanti cittadini che ogni giorno per spostarsi usa il mezzo pubblico".

Facilitare l’utente nel processo di acquisto dei biglietti, introdurre per specifiche relazioni tariffe integrate ferro-gomma, con risparmi certi per i pendolari è diventato un obiettivo imprescindibile se vogliamo rafforzare la sostenibilità del sistema. Con le risorse europee, invece, finanzieremo il rinnovo parco mezzi del trasporto pubblico locale". Tra le altre misure presentate, invece, l'erogazione delle somme relative al primo trimestre dei contratti di Trasporto Pubblico Locale, sia ferroviari che automobilistici: la Regione anticiperà le risorse "con grande sacrificio" e "direttamente dal bilancio autonomo" ha affermato Giannini specificando che "con lo stesso provvedimento trasferiremo le risorse anche a province e comuni per consentire loro di erogare allo stesso modo i corrispettivi alle aziende da loro contrattualizzate”. Nei giorni scorsi, a Bari, era infatti scattata la protesta dei lavoratori Amtab che reclamavano la regolarità del pagamento degli stipendi, accreditati con ritardi di alcuni giorni, più volte, nei mesi precedenti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bus extraurbani, la Regione investe sulla 'flotta': "Mezzi nuovi e più smart"

BariToday è in caricamento