Nasce a Bari il Tribunale arbitrale specializzato: "Un nuovo strumento per risolvere controversie civili"

La presentazione questa mattina alla Fiera del Levante. Il TAB offrirà servizi per cittadini, operatori economici, società e pubbliche amministrazioni, allo scopo di aiutare i "litiganti" a individuare il procedimento più adeguato per le parti

"Un servizio etico e trasparente, dove i costi del procedimento sono chiari fin dall’inizio", una nuova istituzione al servizio di cittadini, società e operatori economici, per offrire consulenze sui procedimenti più adatti da adottare nella risoluzione delle controversie civili e costruire un rapporto di fiducia tra gli avvocati e le parti. Nasce con questi intenti il Tribunale arbitrale specializzato di Bari, presentato questa mattina alla Fiera del Levante dal presidente dell'ente, Ugo Patroni Griffi, e dall’avvocato Attilio Spagnolo, promotore dell’iniziativa.

Pur non potendo ovviamente risolvere il problema dell’arretrato del processo, l'arbitrato può tuttavia accelerare la definizione delle controversie: un'esigenza, quella della celerità, spesso avvertita in particolare da imprenditori e professionisti. Tra i punti di forza del TAB, i promotori dell'iniziativa hanno sottolineato la terzietà e l’indipendenza del servizio di giustizia privata, che potranno tradursi anche in "controlli qualitativi successivi alla definizione del procedimento". Altro punto di forza del Tribunale, l’organizzazione in sezioni, ma con la possibilità di costituire su richiesta collegi misti formati da professionisti di diverse competenze.

"Con questa iniziativa abbiamo a disposizione una struttura che funge da ponte con tutte le migliori professionalità presenti sul territorio", ha sottolineato il presidente della Fiera del Levante Ugo Patroni Griffi, che ha espresso un giudizio positivo sull'iniziativa anche in virtù della sua professione di avvocato. "Sono convinto - ha proseguito - che il Tribunale arbitrale costituisca un’opera sociale che opera nello spirito del volontariato. Credo infatti che nessuno si sia mai arricchito con il lavoro di mediatore nelle conciliazioni, perché nella stragrande maggioranza dei casi i ricavi sono bassissimi e inferiori alle spese da sostenere. I clienti che intenderanno ricorrere all’arbitrato potranno invece contare su una chiara definizione degli onorari, mentre in passato si evitavano le mediazioni arbitrali perché erano considerate roba per ricchi. Il TAB servirà dunque anche a sfatare molti luoghi comuni sulla professione legale, spesso vista come una combriccola di grassatori secondo il vecchio brocardo ”causa che pende causa che rende". 

"Abbiamo a disposizione un bell’assortimento di professionisti, con potenzialità elevatissime e il giusto mix di competenze – ha commentato il presidente dell’Ordine degli avvocati di Bari Giovanni Stefanì – con il quale costruiremo su misura i pareri avviando un approccio disciplinare innovativo. Credo infatti che il TAB diventerà un punto riferimento anche nel settore scientifico, grazie ad una  struttura tecnica di supporto agli arbitri finora di difficile composizione da parte dei giudici, che spesso sono legati a scelte obbligate".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Il TAB sarà a Bari il punto di riferimento per tutte le categorie professionali - è intervenuto l’avvocato Attilio Spagnolo, promotore dell’iniziativa – non solo giuristi ma anche “tecnici”, perché con questa istituzione cerchiamo di dare fiducia alla popolazione riguardo alle professionalità che ognuno di noi ha conquistato nell’ambito della propria categoria. Siamo già operativi, siamo partiti con un sito internet (www.tribunalearbitralebari.it) e una  segreteria che fornisce consulenze iniziali gratuite, con una  definizione degli onorari arbitrali chiara e veloce.  Ma il lavoro è solo all’inizio, attiveremo a breve un albo dei consulenti tecnici a disposizione del TAB, dai commercialisti agli ingegneri, scegliendo pochi ma scelti professionisti per ogni categoria. Vogliamo infatti diventare un punto di riferimento sia per le parti sia per le professioni che ritengano di voler fornire un ulteriore servizio al cittadino".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni regionali Puglia 2020: i risultati delle liste, preferenze e consiglieri eletti

  • Elezioni Regionali Puglia 2020: i risultati in diretta

  • Regionali Puglia 2020, chiusi i seggi nella prima giornata di voto: corsa a otto per la presidenza

  • Regionali Puglia 2020, i risultati: preferenze consiglieri Partito Democratico

  • Verso il nuovo Consiglio regionale, i nomi: Lopalco superstar, boom Paolicelli e Maurodinoia. A destra c'è Zullo, M5S con Laricchia

  • Regionali Puglia 2020: i risultati | Percentuali e voti dei candidati presidente

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento