Tribunale senz'acqua da venerdì, il procuratore scrive al Prefetto: richieste le autocisterne

Disagi da alcuni giorni in via Nazariantz: a secco rubinetti e scarichi. L'AqP sta verificando le cause del problema: già effettuati i primi sopralluoghi

Non c'è acqua nel Palazzo di Giustizia di via Nazariantz a Bari: da ieri i rubinetti e gli scarichi sono completamente a secco dopo che i disagi sono cominciati già venerdì. Il procuratore Giuseppe Volpe ha scritto alla Prefettura, chiedendo di mettere a disposizione delle autocisterne per garantire il funzionamento del servizio. Queste, però, non sono ancora arrivate. In mattinata, informa Acquedotto Pugliese, era stato effettuato, a seguito della segnalazione, un sopralluogo che ha accertato la regolare erogazione di acqua al contatore che serve il palazzo. I tecnici ipotizzano un guasto al tratto che collega il contatore all'impianto idrico del Palazzo di Giustizia o anche un problema al sistema idrico interno. Sono circa 2mila le persone che ogni giorno frequentano i 4 piani dell'edificio nel quartiere Libertà.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Investito mentre attraversa la Tangenziale: un morto. Traffico bloccato sulla Statale 16

  • Pitbull senza guinzaglio semina il panico in pizzeria: si avventa contro cagnolino e lo uccide

  • Un nuovo McDonald's a Bari: al via le selezioni online per il personale, 80 posti disponibili

  • Incidente in Tangenziale all'altezza di Santa Fara: traffico in tilt e code per chilometri

  • Processo estorsioni clan Parisi, confermate 30 condanne in Appello: ridotta pena per Savinuccio

  • Intossicazione da castagne: attenti, non mangiate quelle 'matte'! Consigli su come riconoscerle

Torna su
BariToday è in caricamento