Cronaca

Veronesi in visita alla torre della Provincia: "La luce tricolore? Sbagliato spegnerla""

Il noto oncologo interviene nel dibattito: "E' un simbolo, è giusto che rimanga". Schittulli: "Non la spegnerò, la maggioranza dei baresi non è d'accordo"

Nessuno tocchi la "torre tricolore" della Provincia. La querelle partita qualche settimana da Facebook continua a tenere banco, tanto da aver coinvolto anche il professor Umberto Veronesi. Ieri in città per un convegno, il noto oncologo - cittadino onorario di Bari dal 2007 -  ha chiesto al collega Schittulli di poter visitare personalmente la 'torre della discordia', non mancando di esprimere la sua opinione sulla necessità di tenere accesa la luce tricolore sul campanile. "Va bene così – ha risposto Veronesi ai giornalisti che lo hanno interpellato sulla questione – Francesco non deve spegnere il Tricolore, è importante che certi simboli rimangano ‘fari della libertà’ per le nuove generazioni, per chi deve ricordare che se oggi viviamo in un’Italia democratica e repubblicana è grazie a chi per quella Bandiera ha sacrificato la propria vita”.

Un'approvazione, quella del famoso scienziato, incassata con soddisfazione da Schittulli, peraltro già intenzionato a mantenere l'illuminazione tricolore dopo i risultati dei sondaggi lanciati nei giorni scorsi dai siti di alcuni quotidiani locali. Nonostante la polemica partita da Facebook, infatti, la torre tricolore sembra piacere ai baresi, che, almeno stando alle opinioni espresse nei sondaggi, la considerano ormai un simbolo e un tratto distintivo del lungomare.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Veronesi in visita alla torre della Provincia: "La luce tricolore? Sbagliato spegnerla""

BariToday è in caricamento