Cronaca

In auto con la droga, tentano la fuga e speronano una volante: arrestati

E' accaduto ieri sera a Triggiano. In manette un 31enne e un 23enne: fermati per un controllo, i due hanno tentato la fuga dando vita ad un lungo inseguimento. Al momento dell'arresto uno di loro, armato di pistola, ha anche cercato di ferire un agente

Per sfuggire ad un controllo dei carabinieri, hanno tentato la fuga a bordo della loro auto dando vita ad un pericoloso inseguimento, ma sono stati bloccati e arrestati.

E' accaduto ieri sera, intorno alle 20 a Triggiano. I due malviventi, un 31enne triggianese e un 23enne barese, entrambi già noti alle forze dell'ordine, erano a bordo di una Mercedes CLK, quando si sono imbattuti in un posto di controllo dei carabinieri, che hanno alzato la paletta per fermarli. Per tutta risposta, il conducente della Mercedes ha accelerato, cercando di darsi alla fuga e facendo così scattare l'inseguimento.

Nel tentativo di 'seminare' i carabinieri i due malviventi sono prima entrati con l'auto nel parcheggio dell'Ikea - a quell'ora ancora affollato di clienti - poi hanno proseguito la loro folle corsa verso verso la statale 100, per poi imboccare ancora la statale 16 in direzione Brindisi, mentre si sbarazzavano del carico "ingombrante" che avevano a bordo, lanciando via dal finestrino alcune bustine di hashish, poi recuperate dai militari.

Nel frattempo sul luogo dell'inseguimento è giunta anche una volante della polizia, che si è messa di traverso cercando di tagliare la strada ai malviventi. Ma i due non hanno desistito, e hanno anzi puntato contro l'auto per speronarla, colpendola violentemente sul lato anteriore sinistro. L'impatto, però, è servito a rallentare la loro fuga, consentendo ai carabinieri di raggiungerli e bloccarli. Al momento dell'arresto, uno di loro, ha anche cercato di minacciare gli agenti, puntandogli contro la pistola calibro 9 che aveva con sè.


I due sono finiti in carcere con le accuse di tentato omicidio, violenza e resistenza aggravata a pubblico ufficiale, detenzione e porto di arma clandestina, detenzione di droga e danneggiamento aggravato. Gli agenti rimasti coinvolti nello speronamento hanno riportato contusioni giudicate guaribili in 10 giorni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In auto con la droga, tentano la fuga e speronano una volante: arrestati

BariToday è in caricamento