rotate-mobile
Cronaca Triggiano

Piante di marijuana nell'autofficina: arrestato meccanico 'coltivatore'

La scoperta dei finanzieri a Triggiano: ad attirare l'attenzione dei militari, le forti esalazioni che provenivano da una grata di aerazione del locale

Un'autofficina con annessa 'coltivazione' di marijuana. E' quanto hanno scoperto i Finanzieri del Gruppo Pronto Impiego di Bari a Triggiano.

Ad attirare l'attenzione dei militari sono state le forti esalazioni provenienti da una grata di aerazione posta sulla strada e collegata a dei locali interrati di pertinenza di un’officina meccanica. Sono così scattate le indagini che hanno permesso di individuare l'officina, il cui titolare, un cinquantenne insospettabile, si dedicava evidentemente anche alla redditizia attività di 'coltivatore' di marijuana.

Nell'autofficina, infatti, le Fiamme Gialle hanno scoperto l’esistenza di un passaggio, abilmente occultato dietro un armadio contenente attrezzi da lavoro, attraverso il quale si accedeva ad alcuni locali sotterranei al cui interno il meccanico aveva creato due distinti ambienti per la coltivazione “idroponica” delle piante di marijuana, mentre un’altra stanza era stata destinata all’essicazione delle inflorescenze contenenti il principio attivo. Al momento della perquisizione le due serre si presentavano in piena attività produttiva, attrezzate di tutto il necessario per favorire la crescita delle piante: termometri, ventilatori, condotti di aerazione, impianto di irrigazione nonchè impianto elettrico per le numerose lampade alogene presenti.

Complessivamente sono state sottoposte a sequestro oltre 200 piante di marijuana che, immesse nel mercato della droga, avrebbero fruttato un illecito guadagno di oltre 50 mila euro; il meccanico 'coltivatore', invece, è stato arrestato e condotto in carcere a Bari.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piante di marijuana nell'autofficina: arrestato meccanico 'coltivatore'

BariToday è in caricamento