Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca Triggiano

Triggiano, gestiva bar e casinò ma dichiarava mille euro al mese

Operazione dei carabinieri ai danni di un pregiudicato 48enne ritenuto vicino al clan Di Cosola: sequestrati beni per complessivi 3 milioni di euro tra cui una villetta, auto e una sala giochi da 400 mq

Avrebbe gestito bar, tabaccheria, ricevitoria e un vero e proprio mini casinò di 400 metri quadrati aperto giorno e notte, dichiarando però un reddito di 1000 euro al mese. I carabinieri hanno sequestrato beni per 3 milioni di euro ritenuti conducibili a Giuseppe Ranieri 48enne triggianese, considerato vicino al clan 'Di Cosola', pregiudicato per estorsione, ricettazione, detenzione di armi e spaccio di sostanze stupefacenti.

GUARDA IL VIDEO DELL'OPERAZIONE

I militari hanno notificato ordinanza di sequestro dopo un'indagine cominciata a gennaio che ha permesso di dimostrare la differenza tra i redditi dichiarati e il patrimonio personale, considerato frutto di attività illecite. I carabinieri hanno anche sequestrato 50mila euro in contanti nella cassa del casinò, ricavi della giornata pronti per essere versati in banca. Sotto sequestro anche una villetta di 150 metri quadrati in contrada Giannavella, due auto a uso privato e aziendale e disponibilità finanziarie allocate in 5 istituti di credito del Barese.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Triggiano, gestiva bar e casinò ma dichiarava mille euro al mese

BariToday è in caricamento