menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Attività agricola 'fantasma' per intascare aiuti comunitari: nei guai imprenditore

Scoperto dai Carabinieri forestali un 42enne di Ruvo: per assicurarsi i fondi, aveva falsamente attestato la conduzione di alcuni terreni agricoli, di proprietà di altri soggetti

Attraverso documenti, dichiarazioni e comodati, aveva falsamente attestato la conduzione di alcuni terreni di proprietà di altri soggetti, dichiarando lo svolgimento, su tali fondi, di attività agricole di pascolamento in realtà inesistenti. Un escamotage, messo in atto da un imprenditore agricolo ruvese di 42 anni, messo in atto per incassare aiuti comunitari.

La truffa da 750mila euro

La truffa, relativa ad alcuni terreni ubicati nel territorio di Andria, è stata scoperta dai carabinieri Forestali di Ruvo, che hanno denunciato l'uomo. Grazie alle false attestazioni, la sua impresa agricola aveva ottenuto dall’AGEA, organismo pagatore con competenza per l'erogazione di aiuti-premi comunitari previsti dalla normativa dell'Unione europea, somme illegittime per un importo di circa 750 mila euro, nel periodo 2011 – 2016. 

Denuncia e multa per l'imprenditore

L'imprenditore, deferito alla competente Autorità Giudiziaria di Trani, dovrà ora rispondere del reato di truffa aggravata e falsità ideologica. Allo stesso soggetto sono state inoltre erogate sanzioni amministrative di circa 750 mila euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento