Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca

Inchiesta appalti, Antro lascia l'incarico alla Camera di Commercio

L'imprenditore Erasmo Antro, ai domiciliari dallo scorso 27 marzo per una presunta truffa ai danni della Provincia e di alcuni istituti di credito, si è dimesso da vicepresidente della Camera di Commercio

Erasmo Antro lascia la carica di vicepresidente e componente della giunta della Camera di Commercio di Bari. La decisione dell'imprenditore è stata annunciata oggi attraverso una lettera recapitata ai vertici della Cdc dal legale di Antro.

L'imprenditore è stato arrestato lo scorso 27 marzo insieme al fratello Alviero per una presunta truffa ai danni della Provincia di Bari e di alcuni istituti di credito. Iniziamente ai domiciliari, la scorsa settimana Erasmo Antro è stato portato in carcere per aver violato la misura di custodia cautelare.

Secondo quanto è stato reso noto nella lettera presentata dal legale di Antro sono spiegate le ragioni della decisione, legata essenzialmente al fatto di non compromettere il corretto svolgimento dell'attività camerale con la sua prolungata assenza.


La Camera di Commercio - si aggiunge in una nota dell'ente camerale - "ringrazia il consigliere Antro per il senso di responsabilità dimostrato nei confronti dell'istituzione". "L'esito della vicenda - si conclude nella nota - premia la posizione assunta sin dall'inizio dall'ente camerale, che ha consentito di risolvere in meno di due mesi la questione, evitando ripercussioni negative sulle proprie attività nell'interesse delle imprese".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inchiesta appalti, Antro lascia l'incarico alla Camera di Commercio

BariToday è in caricamento