Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca

Truffa ai danni dello Stato, la Procura chiede il processo per Luigi Farace

L'ex sindaco di Bari, legale rappresentante della società Excelsior Spa, è accusato insieme ad altre sette persone di una presunta truffa da 1,6 milioni di euro

Rinvio a giudizio per l'imprenditore alberghiero Luigi Farace ed altre sette persone: è questa la richiesta avanzata dalla Procura di Bari nell'ambito di un'inchiesta su una presunta truffa da 1,6 milioni di euro nei finanziamenti pubblici per l'impresa.

Secondo l'accusa, l'ex sindaco di Bari, legale rappresentante della società Excelsior Spa, avrebbe ottenuto "con artifici e raggiri" dal Ministero per lo Sviluppo Economico dei contributi previsti dalla Legge 488 del 1992 per l'ampliamento e la ristrutturazione di un immobile oggetto dell'attività dell'impresa (nello specifico l'hotel Excelsior di via Giulio Petroni, a Bari).

Nel corso di un controllo avvenuto nel 2008, la polizia tributaria avrebbe accertato che l'imprenditore non era in possesso di nessuno dei tre requisiti richiesti per ottenere il finanziamento (effettività e congruità degli investimenti realizzati; esistenza di parametri occupazionali minimi; apporto di capitale alla società finanziata). I lavori di ampliamento e ristrutturazione erano stati realizzati nel 2001, ovvero un anno prima della presentazione della domanda e, attraverso la complicità di quattro imprese edili di Bari e provincia (i cui titolari sono accusati di concorso nella truffa), Farace avrebbe ottenuto fatture false per oltre 1,8 milioni indispensabili per la presentazione della domanda. La Excelsior spa, al fine di ottenere un maggiore punteggio, avrebbe poi assunto cinque persone in modo fittizio (quattro compiacenti, il quinto a sua insaputa). Gli apporti di capitale (per circa sei milioni di euro) di fatto, stando alla tesi della Procura, sarebbero stati solo simulati, utilizzando conti correnti di più società fiduciarie. Nell'ambito di questa indagine nel luglio 2011 fu eseguito un sequestro preventivo di 1,6 milioni di euro in beni mobili, immobili e conti correnti bancari, nei confronti di Farace e della società Excelsior spa. (Fonte Ansa)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Truffa ai danni dello Stato, la Procura chiede il processo per Luigi Farace

BariToday è in caricamento