menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

S'inventa problemi economici, chiede soldi ad anziano vedovo e lo minaccia: 33enne arrestata in flagrante

I Carabinieri hanno bloccato una pregiudicata 33enne, sorpresa mentre metteva a segno una truffa portata avanti per circa un mese. La donna, fintasi 'Anna', aveva individuato la sua vittima in un 70enne barese

Si faceva consegnare soldi da un anziano fingendo di avere problemi economici per poi minacciarlo di rivelare fantomatici rapporti sessuali, mai avvenuti, quando questi gli aveva richiesto la restituzione delle somme: i Carabinieri hanno arrestato una pregiudicata 33enne, Maria Campagna, sorpresa mentre metteva a segno una truffa portata avanti per circa un mese. La donna, fintasi 'Anna', aveva individuato la sua vittima in un 70enne pensionato e vedovo, Inizialmente lo aveva fermato convincendolo a consegnare 100 euro con  scusa di aveva ricevuto un verbale per il divieto di sosta della sua autovettura. Un primo incontro seguito da altri in cui la donna chiedeva nuovamente un supporto per fronteggiare le difficoltà economiche, promettendo di restituire tutto con l'aiuto di presunti parenti facoltosi dell'Emilia Romagna.

Scatta la trappola dei Carabinieri

Complessivamente si trattava di 8mila euro. L'anziano aveva così deciso di reclamare, in maniera tranquilla, le somme consegnate: a quel punto la 33enne cambia decisamente tono e comincia ad alzare le richieste, iniziando a minacciare l’uomo con il ricatto che se non avesse sborsato altro denaro non avrebbe più visto neppure un centesimo dell’ammontare totale versato. La donna, inoltre, aveva contattato l'anziano cammuffando la voce e interpretando un poliziotto e una zia della ragazza, inventando altre paradossali situazioni di aiuto. Il pensionato si è così rivolto ai Carabinieri della Stazione di Picone che hanno allestito una trappola per la donna, con un finto appuntamento. La 33enne è stata così arrestata in flagrante, mentre tentava di costringere l'anziano a un ulteriore versamento di denaro. La donna è stata già giudicata con rito direttissimo, patteggiando una condanna di anni 1 di reclusione ed una multa di 300 euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento