Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

Docente arrestata per truffa, oggi l'interrogatorio davanti al gip

La professoressa Coco, arrestata due giorni fa nella sua casa romana, è accusata anche di esercizio abusivo della professione e falso. Decine i risparmiatori truffati

Sarà interrogata questa mattina nel carcere di Bari Caterina Coco, l'ex docente della facoltà di Giurisprudenza di Bari arrestata due giorni fa nella sua casa di Albano Laziale dalla Guardia di Finanza.

LE ACCUSE - La professoressa è accusata dai pm Anna Maria Tosto e Giuseppe Dentamaro di aver truffato decine di risparmiatori intascando milioni di euro con la promessa di investimenti redditizi in falsi titoli bancari. L'interrogatorio di garanzia si svolgerà davanti al gip di Bari che ha emesso l'ordinanza di custodia cautelare, Alessandra Piliego.

LE DENUNCE - L'inchiesta della Procura di Bari era partita lo scorso gennaio in seguito alle denunce di alcuni risparmiatori, che raccontavano di essere stati truffati dalla donna. La professoressa, infatti, si era improvvisamente resa irreperibile, prendendo un periodo di permesso anche dalla facoltà di Giurisprudenza dove insegnava, senza dare più risposte ai risparmiatori che le chiedevano la restituzione delle somme.

LE INDAGINI - In base alle verifiche effettuate dalla Finanza, sarebbe emerso che la professoressa Coco, sin dalla metà degli anni '80, dietro la promessa di allettanti rendite (tra il 5 e l'8% su base annua), avrebbe indotto una molteplicità di risparmiatori a consegnarle somme di denaro, in alcuni casi anche molto cospicue, per destinarli a fantomatici investimenti. La truffa contestata alla professoressa Coco ammonterebbe a cinque milioni di euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Docente arrestata per truffa, oggi l'interrogatorio davanti al gip

BariToday è in caricamento