Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

Truffa su investimenti e assicurazioni, chieste due condanne per un promotore finanziario

Il 46enne Francesco Nigri è accusato di aver truffato, tra il 1993 e il 2005, due famiglie foggiane. E' imputato anche in un terzo processo, per presunta truffa da 1,3 milioni di euro commessa nel 2009 ai danni di investitori baresi

La Procura di Bari ha chiesto due condanne a 2 anni e 6 mesi di reclusione ciascuna per il 47enne Francesco Nigri, imputato in due processi davanti al Tribunale monocratico per i reati di truffa aggravata e falso in scrittura privata.

E' accusato di aver truffato, tra il 1993 e il 2005, due famiglie foggiane, di San Severo, facendo sottoscrivere polizze assicurative e investimenti in titoli ad alto rischio, falsificando la documentazione su informative, rendicontazioni e saldi relativi agli investimenti e procurando loro un danno complessivo rispettivamente di 1 milione di euro in un'occasione e 1,8 milioni di euro nell'altro caso. Le richieste di condanna sono state fatte dal pm Carmelo Rizzo. Una delle due famiglie ha chiesto una provvisionale immediatamente esecutiva di 500mila euro, l'altra di 654mila euro.

All'epoca Nigri lavorava come promotore finanziario presso una società di intermediazione mobiliare. La sentenza è attesa per il 25 febbraio prossimo, quando comincerà l'istruttoria del terzo processo in cui Nigri è imputato per gli stessi reati, per una presunta truffa da 1,3 milioni di euro commessa nel 2009 ai danni di investitori baresi. Vicenda che è costata a Nigri l'arresto dall'ottobre 2011 fino alla primavera scorsa.

Dalle stesse accuse Nigri dovrà difendersi anche in un quarto processo, che comincerà il prossimo 14 febbraio davanti al tribunale monocratico di Bari, in cui l'ex promotore finanziario è imputato per aver truffato un'altra famiglia barese per circa 400mila euro tra il 2007 e il 2009.

In questi due processi Nigri è accusato dal pm Patrizia Rautiis anche di esercizio abusivo della professione, essendo stato sospeso dall'albo in seguito alle prime denunce. (Ansa)

LA DIFESA - Nel corso dell'udienza si è tenuta anche tenuta la discussione finale della difesa dell’imputato. In una nota l'avvocato Nicola Fabio de Feo, difensore di Nigri, precisa: "In particolare questo difensore ha – chiedendo, appunto, innanzitutto l’assoluzione – lungamente discusso sulla carenza dei presupposti in fatto ed in diritto per le imputazioni addebitate al Nigri e sull’esistenza di elementi per una differente ricostruzione della vicenda, e ha contestato anche, fra l’altro, le richieste di provvisionale citate (su una delle quali, peraltro, permangono anche delle oggettive difficoltà di interpretazione)".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Truffa su investimenti e assicurazioni, chieste due condanne per un promotore finanziario

BariToday è in caricamento