Domenica, 1 Agosto 2021
Cronaca

Ospedale Miulli: arrestato don Mimmo Laddaga, otto indagati per truffa

Ai domiciliari il reggente dell'ente ecclesiastica e Saverio Vavalle, dirigente della Colonia hanseniana di Gioia del Colle. Altre otto persone sono indagate per una presunta truffa alla Regione

La Colonia hanseniana a Gioia del Colle

Insieme con i due amministratori della Colonia hanseniana 'Opera Pia' dell'ospedale Miulli di Acquaviva delle Fonti (Bari) arrestati oggi altre otto persone sono indagate, in stato di libertà, nella stessa inchiesta, per truffa.

Sono - a quanto si è saputo - gli imprenditori di Acquaviva delle Fonti (Bari) Giovanni e Francesco Romano, padre e figlio di 76 e 41 anni, titolari della ditta Edil.San e Global Services srl, esecutrice di lavori di rifacimento della sede del lebbrosario. Sono accusate anche altre sei persone, tra dipendenti della struttura e fornitori. Si tratta di Donatoantonio Buttiglione di 59 anni, Donato Antonio Gatti di 70, Vito Giordani, di 55 anni, Saverio Antonio Resta di 61, tutti di Gioia del Colle (Bari), Nicola Martellotta di 55 anni e Giovanni Pietroforte di 56 anni, entrambi di Acquaviva delle Fonti. La Procura contesta al 'Miulli' anche l'omesso controllo con riferimento alla normativa sulla responsabilità amministrativa degli enti.

(Ansa)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ospedale Miulli: arrestato don Mimmo Laddaga, otto indagati per truffa

BariToday è in caricamento